Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Finanziamento del programma

EUR 60 million
Fornire un contributo attivo alla realizzazione dei necessari cambiamenti tecnici e socioeconomici per consentire all'industria di offrire prodotti e servizi ad alto valore aggiunto per il cliente e raggiungere la leadership tecnologica e di mercato. Tale obiettivo potrà essere raggiunto attraverso il rapido sviluppo e utilizzo delle più recenti tecnologie, nonché attraverso un'organizzazione innovativa e il ricorso ad una manodopera qualificata.

Riassunto

Sono pochi gli investimenti nel futuro in grado risultare più vantaggiosi dei fondi spesi per la ricerca. Già in passato, la prosperità e l'occupazione in Germania sono state determinate in gran parte dalla capacità del paese di esportare prodotti sviluppati grazie alle ultime scoperte scientifiche. Osservando il futuro a partire dalla nostra odierna posizione di vantaggio, tale concetto appare quanto mai applicabile alla nostra economia, soggetta alle pressioni di una concorrenza mondiale sempre più agguerrita. Questa situazione riguarda tutti gli attori coinvolti, in primo luogo l'industria, ma anche la scienza e il governo, che assume il ruolo di catalizzatore, mediatore e finanziatore.

Molti sono i risultati scientifici che possono essere convertiti in prodotti commercializzabili mediante la ricerca e sviluppo applicata. Ed è proprio in questo anello della catena, ovvero nel punto di interfaccia fra la ricerca di base e il mercato mondiale, che il ministero federale tedesco dell'Istruzione e della Ricerca (BMBF) intende inserire il suo programma quadro "Ricerca per la produzione di domani", presentato al pubblico dal ministro Edelgard Bulmahn nel 1999. Quest'iniziativa dispone di un bilancio annuale di ricerca di 60 milioni di euro.

'organizzazione responsabile dell'ulteriore sviluppo del programma e dei progetti, nonché della gestione del programma stesso e delle attività di trasferimento tecnologico, è il Centro di ricerca di Karlsruhe, istituto che vanta più di trent'anni di esperienza nel campo della gestione della ricerca.

Suddivisione

Le aree d'azione sono le seguenti:
1) orientamento del mercato e pianificazione strategica di prodotto;
2) tecnologie e apparecchiature di produzione;
3) nuove forme di cooperazione fra le società produttrici;
4) individui e società capaci di operare il cambiamento.
Per consentire un'opportuna analisi di tali aree d'azione prima del lancio del programma, nel 1999 sono stati avviati degli studi di approfondimento nelle cosiddette "azioni prioritarie"; nel complesso sono stati condotti 20 progetti.

Attuazione

L'annuncio e il lancio di questo nuovo programma sono stati preceduti da un intenso scambio di opinioni fra scienziati di discipline diverse ed esperti di varie società, associazioni di categoria e industrie. Le discussioni sono state coordinate dal Laboratorio di macchine utensili del Politecnico di Aquisgrana (RWTH), presso il quale sono confluiti i risultati di dieci gruppi di lavoro, ciascuno incentrato su un argomento specifico (settore automobilistico, logistica, sviluppo di prodotti e processi ecc.). Tali risultati sono stati pubblicati sotto forma di due documenti: una relazione scientifica ed un documento sintetico (executive summary) rivolto ai dirigenti delle società produttrici. Sulla base di questi risultati, è stato elaborato il seguente modello destinato alle società di produzione, sul quale si fonda, a sua volta, il concetto dell'iniziativa quadro.

Modello:
le industrie possono assumere la leadership tecnologia o di mercato e ottenere successo a lungo termine, fornendo un contributo attivo alla realizzazione dei cambiamenti tecnologici, sociali ed ecologici necessari, al fine di offrire prodotti e servizi ad elevato valore aggiunto per i clienti.

L'attuazione di questo modello può avvenire solo attraverso una riflessione, una pianificazione ed un'azione congiunta. Gli obiettivi del programma riflettono le seguenti considerazioni:
- gli sviluppi avvenuti recentemente in vari settori della ricerca, come la tecnologia dell'informazione, le tecnologie di superficie e rivestimento, i sistemi laser, o i materiali ad alte prestazioni, vengono utilizzati, perlopiù, nella produzione industriale;
- vi è la tendenza a ricercare soluzioni olistiche che tengano conto degli aspetti economici, ecologici e sociali;
- l'addestramento e la formazione continua del personale industriale qualificato sono attualmente oggetto di un aggiornamento e si assiste alla creazione di nuovi ed accattivanti posti di lavoro;
- gli sforzi volti ad una rapida divulgazione dei risultati diventano parte integrante dei progetti di ricerca;
- il contenuto dell'iniziativa quadro "Ricerca per la produzione di domani" è stato volutamente mantenuto aperto, per consentire l'inserimento progressivo di altri argomenti. I temi di ricerca che verranno affrontati a partire dalla data di lancio del programma sono organizzati in aree d'azione. Per il 2003/2004 è prevista una valutazione del programma in determinate aree tecnologiche.

Osservazioni

Nuovi processi di produzione
Numero di registrazione: 791 / Ultimo aggiornamento: 2003-03-06