Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma successivo

JRC-RES 2C

Finanziamento del programma

EUR 137,75 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 153 del 1973-06-09

Riferimento legislativo

73/124/Euratom del 1973-05-14
Realizzare programmi interni di ricerca scientifica e d'insegnamento allo scopo di contribuire alla creazione e ad una rapida espansione delle industrie nucleari e all'acquisizione e diffusione di conoscenze in campo nucleare.

Riassunto

Il programma è stato elaborato conformemente alla risoluzione del Consiglio del 17 dicembre 1970 relativa alle modalità di adozione dei programmi di ricerca e d'insegnamento (Gazzetta ufficiale n. L 16 del 20.1.1971).

Il programma è stato definito tenendo conto dell'impegno del governo italiano di assumere a carico, per il periodo compreso tra il 1 marzo 1973 e il 31 dicembre 1976, il complesso ESSOR di Ispra, messo a sua disposizione dalla Commissione, e tenendo conto altresì dell'impegno del governo belga di assumere a carico, nello stesso periodo, le spese per il personale dell'Euratom messo a sua disposizione presso il reattore BR 2.

Suddivisione

- Trattamento e immagazzinamento dei residui radioattivi:
. studi fondamentali sulla separazione dei prodotti di fissione dal combustibile irradiato per mezzo del procedimento "Saltex";
. studi di fattibilità sulla sistemazione dei residui radioattivi in contenitori autosotterranti;
. studi e ricerche sulla separazione chimica degli attinidi dai residui altamente radioattivi;
. studi di misurazioni fisiche per determinare le proprietà neutroniche degli attinidi;
. studi teorici per ridurre la concentrazione di attinidi nel combustibile irradiato ottimizzando il funzionamento dei reattori;

- Plutonio e transplutonici:
. i diagrammi di fase, le strutture e le proprietà termodinamiche dei composti ceramici del plutonio;
. i meccanismi di trasporto d'energia;
. le proprietà meccaniche dei composti ceramici nei loro aspetti microscopici e l'influenza dell'irradiazione su queste proprietà;
. i meccanismi e la cinetica dei fenomeni di trasporto di materia e l'effetto dell'irradiazione su questi fenomeni;
. studi sulla determinazione delle proprietà fisiche di alcuni attinidi ad alto grado di purezza e dei loro composti;

- Plutonio e transplutonici (programma complementare):
. studio della tenuta di combustibili avanzati in reattore rapido;
. la messa a punto della fabbricazione di campioni di tali materiali in vista della loro irradiazione;
. l'analisi di materiali e di combustibili irradiati nelle centrali esistenti;
. lavori richiesti dai progetti;

- Scienza dei materiali:
. studi sui difetti reticolari;
. studi sulle reazioni di superficie (interazione particelle-superficie);
. studi sul comportamento meccanico, sulla frattura di metalli e materiali compositi;
. studi sulle proprietà fisiche dei materiali alle alte temperature (solidi e liquidi);

- Sicurezza dei reattori:
. ricerca di "engineering" associata agli incidenti catastrofici e alla loro prevenzione;
. ricerca sui fenomeni termoidraulici nel refrigerante connessi con gli incidenti;
. individuazione preventiva dei guasti;
. studi di affidabilità;
. dinamica dei reattori;

- Informatica applicata:
. l'attività di programmatica destinata ai fabbisogni della Comunità (raccolta, prove e analisi di programmi per calcolatori, consultazioni sul loro uso);
. studi su un sistema integrato di documentazione e di traduzione automatica;
. aiuto metodologico ai sistemi informatici;

- Ufficio per l'analisi dell'informazione:
. schermatura dei reattori nucleari (ESIS);
. dati nucleari integrali (INDAC);
. meccanica strutturale connessa con la tecnologia dei reattori (ESMIS);

-Ufficio centrale di misure nucleari (UCMN):
. determinazione dei dati neutronici di base;
. proseguimento dei lavori nel campo della metrologia nucleare;
. preparazione e definizione di campioni e di materiali di riferimento nucleari;

- Appoggio tecnico agli esercenti di centrali nucleari:
. chimica dell'acqua;
. ispezione e intervento in pila;
. esame post-irradiazione di elementi combustibili;
. metodi di controllo di qualità dei materiali e delle attrezzature delle centrali, determinazione delle tecniche di riferimento, formazione del personale dipendente degli esercenti;

- Formazione:
tre corsi (corsi di livello tecnico e di livello post-universitario e corsi di specializzazione avanzata);

- Controllo e gestione delle materie fissili (programma complementare):
. analisi dei sistemi;
. sviluppo di metodi distruttivi e non distruttivi;
. studio delle tecniche di sigillatura e di identificazione;

-Ricerche su base contrattuale:
promuovere la messa a disposizione di terzi di mezzi e tecniche contro rimborso;

- Direzione e coordinamento:
attività di direzione generale, di coordinamento e di gestione dei programmi del CCR e taluni investimenti di interesse generale;

- Esercizio del reattore HFR (programma complementare):
esercizio del reattore, concezione, realizzazione e sorveglianza delle esperienze a beneficio di programmi degli Stati partecipanti. Le capacità rimaste eventualmente libere possono essere messe a disposizione di terzi a titolo oneroso;

- Utilizzazione del reattore Ispra I:
esercizio del reattore e sua utilizzazione nel quadro dei programmi da eseguire nello stabilimento di Ispra (in particolare: trattamento e immagazzinamento dei residui radioattivi, ufficio per l'analisi dell'informazione, protezione dell'ambiente, campioni e materiali di riferimento).

Attuazione

La Commissione era responsabile dell'attuazione del programma e, a tal fine, è stata invitata ad avvalersi dei servizi del Centro comune di ricerca presso gli stabilimenti di Geel, Ispra, Karlsruhe e Petten.
Numero di registrazione: 7 / Ultimo aggiornamento: 2000-06-05