Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

FP7-SECURITY - Programma specifico "Cooperazione": Sicurezza

Programma quadro

FP7

Finanziamento del programma

EUR 1 400 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 400 del 2006-12-30

Riferimento legislativo

2006/971/EC del 2006-12-19

SICUREZZA


La sicurezza europea è la condizione fondamentale per la prosperità e la libertà. È necessario definire una strategia generale di sicurezza che comprenda anche le misure di sicurezza civili e di difesa.

Il vantaggio per il cittadino:


Dobbiamo investire nella conoscenza e sviluppare nuove tecnologie per proteggere i nostri cittadini da minacce come il terrorismo, le calamità naturali e la delinquenza, ma allo stesso tempo dobbiamo rispettare la riservatezza e i diritti fondamentali.
Nel corso del 7PQ la ricerca finanziata dall’UE affronterà temi relativi alla sicurezza civile (antiterrorismo e gestione delle crisi) e parteciperà ad una vasta gamma di politiche comunitarie come i trasporti, la mobilità, la protezione civile, l’energia, l’ambiente e la salute. La cooperazione e il coordinamento degli sforzi compiuti su scala europea, permettono all’UE di capire meglio e di reagire davanti ai rischi di un mondo in continua evoluzione.

Il vantaggio per il ricercatore:


Si pensa che la ricerca collegata alla sicurezza possa generare nuove conoscenze e promuovere l’applicazione di nuove tecnologie nel settore della sicurezza civile.
La ricerca nell’ambito del 7PQ riguarderà i seguenti settori:
• Sicurezza dei cittadini (soluzioni tecnologiche per la protezione civile, la biosicurezza, protezione dal crimine e dal terrorismo)
• Sicurezza delle infrastrutture e dei servizi pubblici (esaminare e assicurare infrastrutture in aree quali le TIC, i trasporti, l’energia e i servizi in campo finanziario e amministrativo)
• Sorveglianza intelligente e sicurezza ai confini (tecnologie e comunicazione, coordinamento di appoggio a operazioni umanitarie e di soccorso)
• Integrazione dei sistemi di sicurezza, interconnettività e interoperabilità (raccolta di informazioni per la sicurezza civile, la tutela della riservatezza e la rintracciabilità delle transazioni)
• Sicurezza e società (accettazione di soluzioni di sicurezza, aspetti socioeconomici, politici e culturali della sicurezza, etica e valori, ambiente sociale e percezione della sicurezza)
• Coordinamento e organizzazione della ricerca nel settore della sicurezza (coordinamento della ricerca nel settore della sicurezza a livello europeo e a livello internazionale nel campo della ricerca civile, sulla sicurezza e sulla difesa)

Il vantaggio per l’industria e le PMI:


La ricerca nel campo della sicurezza rafforzerà la concorrenza dell’industria europea che opera nel campo della sicurezza e stimolerà la cooperazione tra fornitori e utenti di soluzioni di sicurezza civile. Inoltre, attrarrà le migliori competenze intellettuali e tecnologiche in Europa grazie alla partecipazione attiva delle PMI.
Numero di registrazione: 861 / Ultimo aggiornamento: 2014-03-05