Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

FP7-SSH - Programma specifico "Cooperazione": Scienze socio-economiche e umanistiche

Programma quadro

FP7

Programma precedente

FP6-CITIZENS

Finanziamento del programma

EUR 623 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 400 del 2006-12-30

Riferimento legislativo

2006/971/EC del 2006-12-19

SCIENZE SOCIOECONOMICHE E UMANISTICHE


L’Europa affronta una serie di sfide sociali ed economiche. E' pertanto importante comprenderle meglio e gestirle efficacemente attraverso la pianificazione di politiche ad hoc. La lunga tradizione dell’Europa in questo settore di ricerca, assieme ai diversi approcci sociali, economici e culturali, offre un’opportunità unica di svolgere questo tipo di ricerca a livello europeo.

Il vantaggio per il cittadino:


Nel corso del 7PQ, la ricerca dell’UE in materia di scienze socioeconomiche e umanistiche promette di studiare e fornire risposte adeguate a questioni riguardanti i cambiamenti demografici e la qualità della vita; l’istruzione e l'occupazione alla luce dell'attuale congiuntura economica; l’interdipendenza globale e il trasferimento delle conoscenze; il benessere delle democrazie e la partecipazione politica, la diversità culturale e i valori.

Il vantaggio per il ricercatore:


Il legame tra ricerca e politica è salvaguardato dal fatto che viene garantita l’alta priorità a livello europeo delle questioni esaminate e dalla gestione delle stesse da parte di politiche comunitarie. La ricerca a livello europeo presenta infatti vantaggi particolari; può raccogliere infatti dati su tutta l’Europa che si rivelano necessari per aumentare la nostra consapevolezza di questioni più complesse.
Le questioni relative alla ricerca da affrontare nel corso del 7PQ afferiranno alle seguenti aree tematiche:
• Crescita, occupazione e competitività nella società della conoscenza (innovazione, competitività e politiche del mercato di lavoro; istruzione e apprendimento lungo tutto l’arco della vita; strutture economiche e produttività)
• Una combinazione di obiettivi economici, sociali ed ambientali in una prospettiva europea (modelli socioeconomici in Europa e nel mondo; dimensione economica e sociale e coesione a livello interregionale; dimensioni sociali ed economiche della politica ambientale)
• Le tendenze più importanti nella società e loro implicazioni (cambiamenti demografici, riconciliazione della vita lavorativa e famigliare, salute e qualità della vita, politiche giovanili, emarginazione sociale e discriminazione)
• L’Europa nel mondo (commercio, migrazione, povertà, criminalità, conflitti e loro risoluzione)
• Il cittadino nell’Unione europea (partecipazione politica, cittadinanza e diritti, democrazia e responsabilità, mass media, diversità e partimonio culturali, religioni, comportamenti e valori)
• Indicatori socioeconomici e scientifici (l’uso e il valore di indicatori per l’elaborazione di politiche a macro-e microlivello)
• Attività di previsione (le implicazioni future della conoscenza globale, delle migrazioni, dell'invecchiamento, rischi e settori emergenti in materia di ricerca e di scienza).

Il vantaggio per l’industria e le PMI:


Nel corso del 7PQ, l’industria e le PMI saranno attivamente incoraggiate a partecipare a tutte le aree tematiche, specialmente quelle appartenenti al programma Cooperazione. I temi trattati dalle Scienze socioeconomiche ed umanistiche offrono loro la duplice opportunità di partecipare come attori alla creazione della conoscenza, in quanto membri di gruppi, ma anche come destinatari della conoscenza, in quanto soggetti destinati ad applicarla.
Numero di registrazione: 864 / Ultimo aggiornamento: 2014-03-05