Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Programmi
  • Programma di ricerca (Euratom, CEE) da svolgere presso il Centro comune di ricerca - Tecnologia e sicurezza della fusione - (1984-1987)

Programma quadro

FP1-FRAMEWORK 1C

Programma precedente

JRC-FUSAFE 2C

Programma successivo

JRC-FUSAFE 4C

Finanziamento del programma

EUR 46,5 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 3 del 1984-01-05

Riferimento legislativo

del 1983-12-22
Migliorare la sicurezza nell'utilizzazione commerciale dell'energia nucleare nel quadro dei progetti JET, NET e DEMO, riguardo alla progettazione preliminare e ai materiali strutturali di NET, allo sviluppo di un nuovo materiale idoneo per DEMO, alla tecnologia del mantello fertile del tritio e alla valutazione dei rischi ambientali e di incidenti.

Riassunto

Parte del primo programma quadro (1984-1987) nell'ambito dell'azione 5.2 ("Fusione").

Il Centro comune di ricerca (CCR) partecipa sin dal 1973 alle attività di ricerca sulla tecnologia della fusione. Alcuni recenti studi del CCR sono stati incentrati sulla sicurezza delle future centrali nucleari di fusione, trattando anche la gestione del tritio.

Prima di giungere allo sfruttamento commerciale dell'energia da fusione è previsto il completamento di tre progetti:
-JET (Joint European Torus):
per stabilire la fattibilità scientifica dello sfruttamento commerciale della fusione. Il confinamento magnetico è un importante campo di ricerca. Il principale impianto sperimentale si trova a Culham (Regno Unito) ma studi complementari vengono realizzati anche in altri laboratori nazionali;
- NET (Next European Torus):
per stabilire la fattibilità tecnologica e ingegneristica dello sfruttamento commerciale della fusione. assicurato un contatto regolare con l'analogo progetto ITER tramite l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA);
- DEMO:
la costruzione di un reattore nucleare dimostrativo, DEMO, dovrebbe fare seguito al progetto NET.

Suddivisione

Cinque settori:
- Studi sui reattori;
- Tecnologia del mantello fertile;
- Studio dei materiali strutturali:
- Valutazione dei rischi;
- Studi relativi a un laboratorio del tritio:
il laboratorio sperimentale europeo per la manipolazione del tritio (ETHEL - European Tritium Handling Experimental Laboratory), presso il sito del CCR di Ispra, investigherà gli aspetti di sicurezza relativi alla tecnologia del tritio.

Attuazione

La Commissione, assistita dal consiglio di amministrazione del Centro comune di ricerca (CCR), era responsabile dell'esecuzione del programma che è stato svolto nel sito del CCR di Ispra.

Le informazioni sono state diffuse conformemente al regolamento del Consiglio (CEE) n. 2380/74 del 17 settembre 1974 (Gazzetta ufficiale n. L 255 del 20.9.1974) che adotta le disposizioni per la divulgazione delle informazioni concernenti i programmi di ricerca della Comunità economica europea.

La Commissione ha redatto le relazioni annuali sull'esecuzione del programma da presentare al Consiglio e al Parlamento europeo. Prima di proporre un successivo programma quadriennale, la Commissione ha presentato anche un'analisi critica effettuata da esperti indipendenti.