Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma precedente

PRE-FAST 1

Programma successivo

FP2-MONITOR - FP2-FAST 3

Finanziamento del programma

EUR 8,5 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 293 del 1983-10-25

Riferimento legislativo

83/519/CEE del 1983-10-17
Analizzare i cambiamenti scientifici e tecnologici al fine di evidenziarne le implicazioni e conseguenze a lungo termine per la politica di R&S ed altre politiche comunitarie nell'arco dei prossimi cinque-dieci anni e proporre opzioni politiche tempestive attraverso l'analisi pluridimensionale, la fissazione di priorità ed il potenziamento delle basi relative agli studi futuri .

Riassunto

Questo secondo programma comunitario di previsione e valutazione nel settore della scienza e della tecnologia si basavs ed ampliavs l'attività del primo programma sperimentale, volto a sperimentare su un arco di tempo di cinque anni l'utilità di selezionare orientamenti ampi a lungo termine per la ricerca e lo sviluppo della Comunità.

Il programma era principalmente concentrato su tre campi d'indagine: nuove forme di "crescita" per l'Europa, nuovi sistemi strategici industriali, trasformazione di attività di servizi e cambiamento tecnologico. Due compiti di principio si inserivano in questo contesto:
- evidenziare le prospettive, i problemi ed i conflitti potenziali che potevano influenzare lo sviluppo della Comunità a lungo termine e proporre orientamenti a lungo termine per le azioni comunitarie, in particolare nel settore della scienza e della tecnologia;
- sfruttamento degli studi di ricerca a lungo termine eseguiti negli Stati membri.

Suddivisione

Tre campi d'indagine principali:

- nuove forme di "crescita" per l'Europa:
. tecnologia, occupazione e lavoro (programma TET);
. sviluppo integrato delle risorse naturali rinnovabili (programma RES);

- nuovi sistemi industriali strategici:
. comunicazione (programma COM);
. derrate alimentati (programma ALIM);

- trasformazione di attività di servizi e cambiamento tecnologico (programma SERV).

Attuazione

La responsabilità dell'attuazione del programma attraverso azioni coordinate o indirette spettava alla Commissione, assistita dal comitato consultivo in materia di gestione dei programmi (CCMGP).
%Il programma è stato attuato sviluppando le sue attività attraverso una rete di una decina di istituti di ricerca nazionali; associando all'attuazione del lavoro scientifico i centri comunitari o i gruppi di ricerca opportuni; favorendo la creazione di reti ad hoc di informazione e collaborazione a livello comunitario; distaccando temporaneamente, da parte della Comunità e degli organi nazionali (governo, università o ambienti professionali), collaboratori temporanei per il programma.

Collaboratori temporanei erano definiti coloro che venivano distaccati alla Commissione per lavorare nell'unità FAST per un periodo di tempo limitato. Collaboratore temporaneo poteva essere: un funzionario pubblico che si occupava dell'analisi di problemi e prospettive a lungo termine, particolarmente nel settore della scienza e della tecnologia; un ricercatore universitario sperimentato o un docente particolarmente versato in un'area particolare della scienza e della tecnologia; un ricercatore all'inizio di carriera o impegnato in un dottorato di ricerca, oppure in una specializzazione post-dottorato.

L'informazione ottenuta dall'attuazione del programma è stata diffusa come stabilito nel regolamento del Consiglio (CEE) N° 2380/74 del 17 settembre 1974 (Gazzetta ufficiale N° L 255 del 20.9.1974), recante le prescrizioni di diffusione delle informazioni relative ai programmi di ricerca della Comunità economica europea.

La Commissione ha pubblicato due relazioni interinali (1985, 1986) ed ha presentato al Consiglio ed al Parlamento europeo una relazione finale sui risultati del programma, valutati da un gruppo indipendente.

Argomenti

Previsioni - Politiche
Numero di registrazione: 91 / Ultimo aggiornamento: 1990-03-26