Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Programma quadro

FP2-FRAMEWORK 2C

Programma successivo

FP3-AIR

Finanziamento del programma

EUR 25 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 200 del 1989-07-13

Riferimento legislativo

88/411/CEE del 1989-06-20
Aumentare l'efficienza e la competitività dell'industria alimentare europea e migliorare la protezione e la fiducia del consumatore mediante l'incremento della sicurezza, del valore nutrizionale, della sanità e diversità degli alimenti; potenziare l'infrastruttura scientifica e tecnologica dell'industria, compreso un migliore controllo dei processi di trasformazione e la riduzione dei livelli dei residui nocivi.

Riassunto

Parte del programma quadro delle azioni comunitarie di ricerca e di sviluppo tecnologico (1987-1991) nell'ambito dell'attività 4.2 ("Tecnologie agroindustriali").

Il programma è in connessione con quattro azioni COST che hanno prodotto risultati positivi nel settore della scienza e della tecnologia alimentare. Volto a completare le iniziative esistenti negli Stati membri potenziando i legami di cooperazione tra i vari gruppi di ricerca e l'industria, il programma pone l'accento sull'interfaccia trasformazione alimentare - distribuzione e consumatore.

Il programma intende evitare danni alla salute pubblica e all'ambiente e il sorgere di problemi per quanto riguarda la protezione e la salvaguardia della natura.

Suddivisione

Tre settori :

- Valutazione e miglioramento della qualità e varietà degli alimenti:
l'accento viene posto sulle tecniche di misurazione fisica, quali la risonanza magnetica nucleare, la spettroscopia all'infrarosso e la cromatografia liquida, nonché sulle procedure biologiche, quali le tecniche immunologiche e i biosensori;

- Igiene alimentare, sicurezza e aspetti tossicologici:
sviluppare nuove tecniche di valutazione della sicurezza nel settore della microbiologia alimentare e della tossicologia, quali la previsione dei tassi di crescita dei microrganismi, utili in relazione a nuovi processi di lavorazione degli alimenti;

- Nutrizione e parametri sanitari:
superare le difficoltà di lavorazione riducendo il livello di alcuni ingredienti (quali grassi, zuccheri e sale) in cibi appositamente formulati sostituendoli con altri che abbiano proprietà funzionali simili o migliori ma con un maggiore valore nutritivo.

Attuazione

La Commissione è responsabile dell'attuazione del programma mediante azioni concertate, azioni a compartecipazione finanziaria e borse di formazione/mobilità. Essa è assistita da un comitato di natura consultiva per i programmi ECLAIR e FLAIR (CANEF), composto dai rappresentanti degli Stati membri e presieduto dal rappresentante della Commissione.

La partecipazione alle azioni concertate è aperta a tutti gli Stati membri, ai paesi terzi europei che hanno concluso accordi quadro di cooperazione scientifica e tecnica con la Comunità e agli Stati partecipanti al COST.

I contratti di ricerca a compartecipazione finanziaria sono assegnati con una procedura di selezione basata su inviti a presentare proposte. Tali inviti sono aperti a imprese industriali (comprese le PMI), istituti di ricerca, università o combinazioni di essi con sede nella Comunità o in paesi terzi europei che hanno concluso accordi quadro di cooperazione scientifica e tecnica con la Comunità. Come norma generale, gli istituti di ricerca e le università devono partecipare associandosi a una o più organizzazioni industriali. Di norma il contributo comunitario non supererà il 50% della spesa totale ma, nel caso partecipino istituti di ricerca e università, il contributo può giungere sino al 100% dei costi marginali sostenuti.

Sono previste borse di formazione/mobilità per facilitare la messa in comune delle competenze necessarie nelle sedi idonee per l'esecuzione dei progetti e per promuovere un'efficace diffusione dei risultati. Il programma prevede anche attività di coordinamento: organizzazione di riunioni, consultazioni con esperti nazionali e studi effettuati su problematiche attinenti come, per esempio, sulle conseguenze strutturali e sociali che potrebbero derivare dalle applicazioni pratiche dei risultati del programma.

I contratti stipulati dalla Commissione definiscono i diritti e gli obblighi di ciascuna parte contraente, in particolare le modalità per divulgare, proteggere e utilizzare i risultati di ricerca. Speciale attenzione viene riservata alla divulgazione dei risultati del programma per potenziare al massimo gli effetti di questa attività e per consentire a tutte le imprese, in particolare alle PMI, di tutte le regioni della Comunità, comprese quelle meno favorite, di beneficiarne direttamente.

Nel corso del terzo anno di esecuzione, la Commissione effettua una revisione del programma e trasmette una relazione in merito al Parlamento europeo e al Consiglio. A cura di esperti indipendenti, viene successivamente trasmessa una relazione finale in merito ai risultati conseguiti.
Numero di registrazione: 95 / Ultimo aggiornamento: 2000-06-05