Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Pubblicazioni
  • Saldatura in arco sommerso : messa a punto di procedimenti ad elevata produttività con tecniche fino a 6 fili e valutazione delle proprietà dei giunti con prove tradizionali e di meccanica della frattura

Riassunto

Lo studio sulla saldatura in arco sommerso con tecniche fino a 6 fili, ha esaminato la saldatura di acciai HSLA di medio spessore impiegati nella costruzione di grandi pipelines e quella di lamiere di grosso spessore per uso off-shore. GIUNTI DI MEDIO SPESSORE - Prove meccaniche tradizionali hanno indicato buona resistenza meccanica e duttilità. - Nessuna variazione di rilievo nelle prove di resilienza Charpy-V ma determinante invece il tipo di flusso di saldatura impiegato. - Resilienze CV in ZTA per i giunti saldati a multifilo indicano per i materiali al Nb un decadimento accettabile di tenacità. - Indagini strutturali in ZF evidenziano la dipendenza dagli ossidi di shelf-energy e FATT. - L'uso di 6 fili ha prodotto migliori incrementi di produttività. GIUNTI DI FORTE SPESSORE - Buoni risultati delle prove di trazione trasversale e piega laterale per multipass a 2,3 e 4 fili. - Nessun effetto prodotto dalla distensione. - Nessuna variazione di resistenze Charpy-V in ZTA con le diverse tecniche.

Informazioni supplementari

Autori: ARISTOTILE R, Centro Sviluppo Materiali S.P.A., Roma (IT);ROSELLINI C, Nouva Italsider S.P.A., Centro Siderurgico, Via G.d'Acri. I-16152 Genova (IT)
Riferimenti bibliografici: EUR 12153 IT (1989) MF, 81 pp., ECU 4, blow-up copy ECU 7.50
Disponibilità: (2)
Numero di registrazione: 198911235 / Ultimo aggiornamento: 1994-12-01
Categoria: publication
Lingua originale: it
Lingue disponibili: it