Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Riassunto

Nel periodo Maggio 1987-Marzo 1988 sono stati effettuati campionamenti mensili delle acque epilimniche ed ipolimniche del lago di Varese allo scopo di individuare i fattori limitanti la crescita algale. I rapporti azoto/fosforo, calcolati come rapporto tra azoto totale inorganico e fosforo ortofosfato, sono compresi tra un massimo di 10 e un minimo di 3 nelle acque epilimniche e tra 7,3 e 1,4 nelle acque ipolimniche. In generale, nelle acque epilimniche ed ipolimniche per tutto il periodo della sperimentazione il ferro è risultato fattore limitante primario e l'azoto fattore limitante secondario. Per il soli mesi di Luglio e Agosto nell'ipolimnio si è osservata inibizione della crescita algale. I valori di A.G.P. sono compresi tra 1,7 e 58,5 mg/l peso secco per le acque epilimniche e tra 0,33 e 143 mg/l peso secco per le acque ipolimniche. Le correlazioni significative trovate tra l'A.G.P. e le concentrazioni di fosforo-ortofosfato e azoto inorganico (r = 0,91 e r = 0,94 rispettivamente) permettono di stimare il potenziale di crescita algale delle acque del lago dalle concentrazioni di fosforo ortofosfato e azoto minerale. E stata sviluppata un'equazione che può essere usata per studiare la biomassa media del fitoplancton indigeno dai valori di A.G.P. Il lago di Varese risulta in uno stato di spinta eutrofia con valori medi di A.G.P. compresi tra 50 e 60 mg/l.

Informazioni supplementari

Autori: ZILIO P, Politecnico di Milano, Istituto di Ingegneria Sanitaria, Milano (IT);PREMAZZI G, JRC Ispra (IT);CHIAUDANI G, Università degli Studi di Milano, Dipartimento di Biologia, Milano (IT)
Riferimenti bibliografici: Article: Ingegneria Ambientale, Vol. 12 (1991) pp. 27-36
Numero di registrazione: 199111081 / Ultimo aggiornamento: 1994-12-02
Categoria: publication
Lingua originale: it
Lingue disponibili: it