Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Riassunto

Il progetto consiste nella dimostrazione delle possibilità offerte dalla combustione pirolitica dei cascami di varie fibre tessili provenienti dalle fasi di garzatura e cimatura. L'impianto, oggetto della dimostrazione, ha una potenzialità di smaltimento pari a circa 2 000 kg/giorno di cascame tessile, composto da un miscuglio di fibre cellulosiche e sintetiche (potere calorifico inferiore mediamente pari a 25 000/27 000 kJ/kg). La campagna-misure che si è articolata su sei mesi dopo la fase di messa a punto dell'impianto ha messo in luce i seguenti aspetti del problema : - il calore dissipato per portare a regime il forno, fornito dal combustibile tradizionalmente utilizzato (GPL), è mediamente pari a 2 000 kJ/kg di cascame smaltito. - ll recupero termico globale relativo a 2 000 kg di cascami bruciati risulta di circa 30 000 MJ. - L'energia elettrica dissipata dall'impianto, escluso quella relativa alle pompe di circolazione dell'olio diatermico, risulta pari a circa 0,15 kWh/kg di cascame bruciato. In sintesi il progetto ha dimostrato che: - La tecnologia ha una validità tecnica purché vengano utilizzati materiali idonei alle condizioni di lavoro del forno. - La validità economica dipende dai costi di smaltimento del cascame (deve essere superiore a 180 LIT/kg) e dal costo del combustibile convenzionale (almeno pari a 400 000 LIT/tep). - La potenzialità minima dell'impianto è consigliabile non sia minore di 3 000 kg di cascame smaltito al giorno.

Informazioni supplementari

Autori: PAGANELLI M, INTEC Srl, Prato (IT)
Riferimenti bibliografici: EUR 13089 IT (1991) 33 pp., FS, ECU 5
Disponibilità: (2)
ISBN: ISBN 92-826-2864-7
Numero di registrazione: 199111233 / Ultimo aggiornamento: 1994-12-02
Categoria: publication
Lingua originale: it
Lingue disponibili: it,fr