Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Riassunto

L'articolo spiega come negli ultimi anni siano stati proposti per varie ragioni dei sistemi di trasporto spontaneo del calore verso il basso che si basano su una circolazione di liquido attivata da bolle di vapore del liquido stesso o su evaporazione e condensazione di un fluido che viene poi riportato in alto, all'evaporatore. L'indipendenza da altre forme di energia, l'insensibilità al gelo e l'assenza di necessità di manutenzione lo rendono particolarmente adatto ad aplicazioni solari in montagna o in luoghi isolati, benché siano da prevedere anche altre applicazioni. Al CCR di Ispra è stato messo a punto un sistema basato sull' evaporazione/condensazione di un fluido e l'articolo ne spiega dettagliatamente il funzionamente anche nelle applicazioni solari. Vengono inoltre illustrati anche gli altri tre impianti di questo tipo attualmente in funzione, uno in una industria tessile e gli altri due per uso in montagna.

Informazioni supplementari

Autori: DE BENI G, JRC Ispra (IT);FRIESEN R, JRC Ispra (IT)
Riferimenti bibliografici: Article: Energie Alternative HTE, Vol. 13 (1991) No. 71, pp. 147-151
Numero di registrazione: 199111491 / Ultimo aggiornamento: 1994-12-02
Categoria: publication
Lingua originale: it
Lingue disponibili: it