Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Riassunto

La definizione delle condizioni di processo più valide affinchè acciai speciali possano essere prodotti per laminazione diretta richiede la conoscenza quantitativa dell'evoluzione macro e microstrutturale, della resistenza meccanica e della duttilità a caldo in funzione della struttura di solidificazione e delle variabili (temperatura, tempo, deformazione) del trattamento termo-meccanico diretto. Nella sperimentazione si sono considerati un acciaio basso legato (0.4C-0.8Mn-1Cr) e un acciaio inossidabile AISI 310S (0.05C-26Cr-18Ni). Per entrambi gli acciai si sono effettuate prove di solidificazione in situ seguite da deformazioni programmate a diverse temperature. L'evoluzione strutturale e le cinetiche di addolcimento in condizione isoterme sono state valutate mediante esami metallografici in campioni temprati e con prove di doppia deformazione. L'effetto della storia termica e della struttura di solidificazione sulla duttilità a caldo è stata studiata con prove a rottura di campioni sottoposti a cicli rappresentativi del processo di laminazione diretta e di quello tradizionale di riscaldo e laminazione.

Informazioni supplementari

Autori: ANELLI E, Centro Sviluppo Materiali, Roma (IT)
Riferimenti bibliografici: EUR 14128 IT (1992) 78 pp., FS, ECU 10.50
Disponibilità: (2)
ISBN: ISBN 92-826-3873-1
Numero di registrazione: 199210540 / Ultimo aggiornamento: 1994-12-02
Categoria: publication
Lingua originale: it
Lingue disponibili: it