Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Riassunto

Dopo un' analisi delle soluzioni attualmente proposte, viene discusso il concetto di 'bassa attivazione' e quindi di impatto ambientale di un materiale per applicazioni fusionistiche; vengono fissati criteri di giudizio, poi quantificati in opportuni limiti da soddisfare. Sulla base di tali indagini viene sviluppato un nuovo materiale, un acciaio austenitico detto VA64LA, che unisce ad una buona risposta ai cimenti termici e meccanici, il rispetto dei criteri di bassa attivazione. Tale acciaio, ottimizzato per resistere alle severe condizioni operative della prima parete, si pone a maggior ragione come un valido candidato per quelle stutture, come il mantello fertile e lo schermo, il cui maggior volume rende ancor più pressante il requisito di bassa attivabilità.

Informazioni supplementari

Autori: MEROLA M, JRC Ispra (IT);ZUCCHETTI M, JRC Ispra (IT)
Riferimenti bibliografici: Article: Energia Nucleare, Vol. 9 (1992) No. 1-2, pp. 63-73