Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Riassunto

Ad una descrizione della cornice legislativa della prevenzione di incidenti fa seguito un confronto fra impianti fissi, che devono stabilire regole e procedure atte a garantire un'interazione efficace in caso di emergenza con agenzie, organizzazioni e individui esterni, compresi i servizi di emergenza e la popolazione, e le modalità di trasporto, per le quali è necessario identificare tutti gli attori coinvolti in modo da stabilire le responsabilità di comunicazione del rischio e l'attribuzione dei compiti, sia prima che durante un'emergenza. L'articolo prosegue poi spiegando come individuare e raggiungere le popolazioni interessate sia dagli impianti fissi (residenti della zona circostante, ma anche gente di passaggio, pendolari ecc.) che dal trasporto di sostanze pericolose, per le quali identificare e raggiungere la popolazione interessata è più complicato, dato che la fonte del rischio è mobile.

Informazioni supplementari

Autori: HAASTRUP P, JRC Ispra (IT);DE MARCHI B, Istituto de Sociologia Internazionale di Gorizia (IT)
Riferimenti bibliografici: Paper presented: Rischio, Gestione del Rischio, Comunicazione del Rischio : Una prospettiva integrata, Gorizia (IT), December 2, 1994
Disponibilità: Available from (1) as Paper IT 38800 ORA
Numero di registrazione: 199510543 / Ultimo aggiornamento: 1995-04-21
Categoria: publication
Lingua originale: it
Lingue disponibili: it