Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Riassunto

Nell'ultimo ventennio i problemi ambientali hanno acquisito grande importanza e di conseguenza hanno pesato in modo rilevante sull'indirizzo della politica nazionale e di quella comunitaria. In questo contesto la spettrometria di massa occupa un posto di rilievo grazie alla sua specificità, alla sensibilità e al suo intervallo dinamico, oltre che alla possibilità di abbinarsi a diverse tecniche separative. In analogia agli studi ambientali, la spettrometria di massa acquisisce sempre maggior spazio negli studi in ambito culturale, come nella acquisizione di dati che permettano di risalire all'origine dei reperti archeologici, nella ricerca di artefatti fraudolenti, o nello studio dei processi di deterioramento dei monumenti. Dette ricerche non portano soltanto un importante contributo tecnologico agli studi archeologici, ma offrono anche una migliore comprensione dei molti processi che ivi intervengono e un accrescimento della conoscenza indispensabile per la preservazione dei beni culturali. In questo ambito vengono riportati esempi basati sull'analisi isotopica, sulla identificazione di elementi e di composti organici a livello di tracce oltre che nelle loro diverse forme isomeriche.

Informazioni supplementari

Autori: FACCHETTI S, JRC Ispra (IT)
Riferimenti bibliografici: Paper presented: Convegno Massa 95, Palermo (IT), April 25-29, 1995
Disponibilità: Available from (1) as Paper IT 38954 ORA
Numero di registrazione: 199510688 / Ultimo aggiornamento: 1995-07-07
Categoria: publication
Lingua originale: it
Lingue disponibili: it