Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Riassunto

Questo workshop sugli standard ambientale aggiorna e completa una precedente iniziativa approfondendo argomenti rimasti insoluti. Per esempio la necessità di chiarire, in chiave di adattamento alle singole situazioni specifiche, il rapporto tra gli standard e i loro criteri interpretivi, superando la semplistica ricerca di una soluzione univoca, omnicomprensiva e buona per tutte le occasioni. Oppure la necessità per l'analista di precisare la propria posizione rispetto a certe opzioni di fondo, al fine della credibilità dell'analisi e di permettere una corretta valutazione critica del proprio operare: vedi l'alternativa tra il considerare gli standard di legge come obiettivo del tutto soddisfacente oppure come valore minimo da integrare non appena questo risulti possibile. Il workshop si conclude raccomandando l'uso degli standard di legge come punto di partenza piuttisti che como unico riferimento e l'utilizzo, per quanto possibile, di valori guida piuttosto che i valori limite come riferimento per la valutazione; sono inoltre menzionati quattro momenti di approfondimento specifico che sono considerati il minimo necessario per affrontare il problema degli standard nella sua completezza.

Informazioni supplementari

Autori: COLOMBO A G, JRC Ispra (IT);MALCEVSCHI S, Università di Pavia (IT);ZAMBRINI M (EDITORS), Cooperativa Ecologica, Milano (IT)
Riferimenti bibliografici: EUR 14207 IT (1992) 115 pp., FS, free of charge
Numero di registrazione: 199510989 / Ultimo aggiornamento: 1995-08-10
Categoria: publication
Lingua originale: it
Lingue disponibili: it