Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Riassunto

Il presente lavoro riguarda una sperimentazione condotta attraverso prove di laboratorio al fine di caratterizzare il comportamento a fatica di giunti tra lamiere sottili di acciaio rivestito, ottenuti con tecniche innovative rispetto alla tradizionale saldatura a punti. I materiali presi in considerazione sono stati quelli tipici in uso presso l'industria automobilistica, tutti di spessore nominale 0,8 mm. Per quanto concerne le tipologie di giunzione, tutte per sovrapposizione dei lembi, oltre alla saldatura a resistenza per punti, presa come termine di confronto, sono state considerate la saldatura a cordone continuo ottenuta per mezzo di laser a CO(2) e la giunzione con un adesivo strutturale epossidico e punti di saldatura diradati. Per alcuni materiali sono state provate anche la saldatura con laser al Nd: yttrium aluminium garnet (YAG) e/o giunzione con un altro adesivo, sempre epossidico. Le prove di fatica sono state eseguite in controllo di tensione, alla frequenza di 11 Hz, applicando una tensione pulsante di trazione, di forma sinusoidale, con rapporto di sollecitazione ciclica R = 0.1. Le provette la cui vita a fatica ha superato i 2E6 cicli sono state considerate per convenzione non rotte.

Informazioni supplementari

Autori: RUSTIA V, Centro sviluppo materiali SpA, Roma (IT);DI NUNZIO P, Centro sviluppo materiali SpA, Roma (IT)
Riferimenti bibliografici: EUR 16631 IT (1997) 68pp., FS, ECU 11.50
Disponibilità: Available from the (2)
ISBN: ISBN 92-828-0085-7
Numero di registrazione: 199710720 / Ultimo aggiornamento: 1997-06-23
Categoria: publication
Lingua originale: it
Lingue disponibili: it