Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

MeeFS Retrofitting Risultato in breve

Project ID: 285411
Finanziato nell'ambito di: FP7-NMP
Paese: Spagna

La facciata più avanzata per gli edifici a risparmio energetico

Un progetto finanziato dall’UE sta sviluppando, valutando e dimostrando un sistema di facciata multifunzionale innovativo, che intende migliorare l’efficienza energetica degli edifici residenziali in tutta l’Europa.
La facciata più avanzata per gli edifici a risparmio energetico
Il progetto MEEFS RETROFITTING (Multifunctional Energy Efficient Façade System for Building Retrofitting) sta sviluppando una facciata che comprende tecnologie passive e attive, sistemi di gestione dell’energia e un nuovo materiale strutturale composito (e il relativo processo di fabbricazione). La valutazione e la dimostrazione della facciata si sta svolgendo in un vero edificio di Merida, in Spagna. Il sistema innovativo integrerà pannelli multifunzionali e efficienti sul piano energetico e vari moduli tecnologici.

Diversamente dalla maggior parte delle soluzioni disponibili sul mercato, il sistema MEEFS RETROFITTING offre flessibilità e tiene conto dei requisiti estetici di diversi edifici. L’approccio modulare consente configurazioni adattate per ogni tipologia di facciata, tenendo conto di problematiche come l’orientamento e le condizioni climatiche locali. MEEFS RETROFITTING è concepito per risultare efficiente in termini di costo riguardo alla durata utile, con una ridotta necessità di manutenzione; inoltre dovrebbe essere anche semplice da assemblare e smontare. Un altro obiettivo consiste nella presentazione di un prodotto finale installabile in modo non intrusivo.

A quasi tre anni dall’avvio del progetto, il consorzio ha completato il lavoro di progettazione e sviluppo; ora sta passando alla fase di dimostrazione. Sono stati progettati, costruiti e testati con esito positivo i prototipi di sette unità tecnologiche di MEEFS RETROFITTING, tra cui isolamento, facciata verde, facciata ventilata, protezione dal sole, un avanzato sistema di protezione dal sole passivo/unità mobile automatica di assorbimento di energia e un collettore solare passivo solare/modulo di ventilazione. Lo sfruttamento di tecnologie passive e attive nei moduli consente di ridurre l’uso di energia primaria, sia tagliando il fabbisogno di energia di un edificio, sia, in alternativa, fornendo energia tramite fonti rinnovabili.

In linea con tali attività, è stata anche completata la fase di sviluppo per i pannelli standardizzati, oltre che per la loro struttura. Lo sviluppo della griglia strutturale ha richiesto l’assunzione di una nuova prospettiva, incentrata su materiali compositi che potrebbero sostenere il carico pesante dei moduli aggiunti. Il materiale doveva essere resistente dal punto di vista meccanico, durevole nel tempo, non troppo sensibile alla corrosione e agli elementi esterni, fornendo al tempo stesso valide proprietà di isolamento termico. Su tali premesse, il team ha sviluppato un nuovo composito termoplastico denominato FRP (fibra polimerica rinforzata), con caratteristiche di durata e di scarsa conduttività termica. La FRP si può anche riciclare facilmente e il suo impatto ambientale è stimato inferiore fino a due volte e mezzo rispetto a materiali più tradizionali come l’alluminio.

Dopo la fabbricazione, gli elementi della facciata sono stati sottoposti a una serie di prove molto accurate, per verificarne la resistenza al fuoco, all’acqua, al vento, agli urti e ai rumori. Il sistema di facciata ha superato positivamente le valutazioni tecniche dettagliate. In pratica, la tecnologia della facciata è ora pronta per l’attuazione su scala completa a Merida, una città nel sud della Spagna. L’inizio delle attività dimostrative è previsto nel primo trimestre del 2016.

“Quando il sistema di facciata sarà stato installato, si procederà a monitorare le prestazioni dell’edificio, che saranno confrontate con il periodo precedente all’introduzione del sistema,” ha spiegato il coordinatore del progetto, Magdalena Rozanska. “Il sistema intelligente sviluppato nel quadro del progetto MEEFS RETROFITTING controllerà e monitorerà le unità tecnologiche della facciata, al fine di verificare il consumo energetico e altri fattori, come ad esempio l’orientamento del sole per le unità fotovoltaiche e l’arrivo dell’acqua per componenti ecologici organici. Tali dati saranno controllati periodicamente e i primi risultati saranno disponibili alla fine del 2016.”

Informazioni correlate

Keywords

MEEFS RETROFITTING, ristrutturazione, efficienza energetica, facciata, protezione solare, Spagna, FRP, edifici
Numero di registrazione: 147436 / Ultimo aggiornamento: 2015-12-11
Dominio: Energia