Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

E4WATER — Risultato in breve

Project ID: 280756
Finanziato nell'ambito di: FP7-NMP
Paese: Germania

Ridurre il consumo di acqua nell’industria chimica europea

Scienziati dell’UE stanno lavorando per creare nuovi sistemi e processi per ridurre il consumo di acqua e rendere il settore chimico europeo più competitivo.
Ridurre il consumo di acqua nell’industria chimica europea
In Europa le industrie chimiche e della raffinazione del petrolio consumano l’11 % dell’acqua dolce. A livello globale, l’industria in totale consuma tra il 5 e il 10 % delle risorse di acqua dolce. A causa della crescita dell’industria chimica, sono necessarie soluzioni più ecoefficienti per l’acqua e le acque reflue.

E4WATER, un progetto finanziato dall’UE, sta lavorando alla creazione di sistemi integrati ed efficienti dal punto di vista energetico per la gestione dell’acqua. Secondo le previsioni questi permetteranno di ridurre l’uso di acqua nell’industria chimica di oltre il 20 %, ridurre la quantità di acque reflue generate di oltre il 30 % e ridurre l’uso di energia nei sei siti dimostrativi del progetto.

“La domanda di soluzioni per la gestione dell’acqua e il trattamento delle acque reflue ecoefficienti nell’industria chimica europea è inestricabilmente legata alle tendenze future di crescita dell’industria chimica e alla sua capacità di innovazione,” spiega Thomas Track, coordinatore del progetto E4WATER.

“In un ambiente economico impegnativo in cui la concorrenza internazionale aumenta mentre le risorse diminuiscono, la gestione efficiente delle risorse è diventata un imperativo strategico,” aggiunge.

E4WATER ha creato un insieme di strumenti che comprende soluzioni tecniche e concetti integrati per gestire meglio l’uso dell’acqua. Questi includono un approccio di tutto il sistema che si estende oltre l’industria chimica abbracciando altri settori industriali e la gestione delle risorse idriche nel contesto urbano e agricolo.

Il progetto sta sviluppando e testando materiali innovativi, tecnologie di processo e strumenti – come membrane, microalghe, sistemi di pretrattamento e accostamenti di tecnologie – che migliorano il riciclo e il riutilizzo dell’acqua.

“E4WATER aiuterà a separare l’aumento della produzione industriale dall’uso dell’acqua, delle risorse naturali e dell’energia. I risultati renderanno il settore europeo della tecnologia dell’acqua e le industrie di lavorazione europee più competitivi su scala globale,” dice Track.

L’acqua si usa nel settore industriale per pulire, riscaldare, raffreddare, per il vapore, il trasporto, come solvente e come parte di un prodotto più grande. Trovare modi ecoefficienti di gestire l’acqua ridurrà la concorrenza per la spartizione di una risorsa scarsa tra l’uso industriale, urbano e agricolo, specialmente nelle regioni interessate da una scarsità di acqua, come l’Europa meridionale.

Una migliore gestione dell’acqua permetterà anche di ridurre la pressione sugli ecosistemi acquatici e ridurrà il rilascio di sostanze inquinanti e calore nell’ambiente naturale. Inoltre, riducendo le acque reflue e promuovendo il recupero del calore nei sistemi idrici, E4WATER contribuirà anche a ridurre la domanda di energia e materie prime.

“Il nostro progetto ridurrà il rilascio di sostanze inquinanti e calore usando fonti alternative di acqua, riciclando per esempio le acque reflue delle industrie vicine e riutilizzando l’acqua delle torri di raffreddamento. Allo stesso tempo, impiega tecnologie efficienti dal punto di vista energetico. Questo contribuirà al raggiungimento degli obiettivi ambientali dell’UE,” spiega Track.

Il progetto si basa su sei casi di studio ognuno dei quali rappresentava alcuni tra i principali problemi relativi alla gestione dell’acqua nell’industria chimica. Tra i siti c’è Total Petrochemical in Francia, Procter & Gamble nella Repubblica ceca e altrove, INOVYN in Spagna, Dow Benelux nei Paesi Bassi, INOVYN Manufacturing in Belgio e Kalundborg Industrial Symbiosis in Danimarca.

“L’acqua ha un ruolo centrale, non solo è il composto chimico più importante per la sopravvivenza dell’uomo, è anche un elemento vitale per i processi industriali, i processi manifatturieri e lo sviluppo della bioeconomia. L’acque è essenziale anche per lo sviluppo di un’economia circolare,” dice Track.

Informazioni correlate

Keywords

E4WATER, acqua, ecoefficiente, efficienza energetica, petroleo, industria chimica, acque reflue, raffinazione