Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

RESFOOD Risultato in breve

Project ID: 308316
Finanziato nell'ambito di: FP7-ENVIRONMENT
Paese: Paesi Bassi

Nuove soluzioni per una filiera alimentare sicura e sostenibile

Il progetto RESFOOD, finanziato dall’UE, ha aperto la strada a un’ampia gamma di soluzioni innovative volte a supportare l’efficienza e a sviluppare un’economia circolare davvero sostenibile. Il metodo proposto è legato ai cicli di acqua, energia e materie prime nella filiera alimentare europea.
Nuove soluzioni per una filiera alimentare sicura e sostenibile
Il progetto ha sviluppato un pacchetto di soluzioni per la coltivazione delle colture, la lavorazione di alimenti freschi e la valorizzazione dei rifiuti, che dovrebbe avere un impatto molto reale sul settore alimentare europeo nell’immediato futuro. Queste soluzioni includono tecniche all’avanguardia per la definizione del profilo microbico dell’acqua e la creazione di due impianti pilota per verdure fresche di taglio che tratta e riutilizza l’acqua, e sono tutte soluzioni tecnologiche pronte per la commercializzazione.

Chiudere il ciclo dell’acqua nell’orticoltura e nella lavorazione degli alimenti

In media, il 44 % dell’estrazione di acqua in Europa viene usata per l’agricoltura. Il progetto RESFOOD ha sviluppato delle soluzioni TIC per affrontare la questione. Testate nel sud della Spagna, il progetto ha dimostrato in pratica che queste soluzioni rendono possibile la riduzione dell’utilizzo dell’acqua per tonnellata di prodotto in sistemi in terra di oltre il 40 %, senza avere un impatto sulla produzione.

Il team di RESFOOD ha inoltre mostrato che è possibile riciclare il 50 % dell’acqua di lavaggio, dopo il trattamento mediante ultrafiltrazione (UF) e disinfezione UV, senza influire sulla qualità del prodotto. Questa soluzione è stata testata su vasta scala in una linea di produzione con diversi tipi di verdure.

Macchinario per il lavaggio di alimenti freschi di taglio efficiente nel consumo idrico

Il progetto ha anche sviluppato un macchinario per il lavaggio di alimenti freschi di taglio efficiente nel consumo idrico sulla base della ricerca intrapresa dalla spagnola CNTA sulle strategie di decontaminazione. La dimostrazione della tecnologia ha mostrato dei risultati promettenti, il nuovo macchinario ha infatti ridotto il consumo idrico da 1,8 litri per kg a 1,3 litri per kg. “Adesso noi vogliamo usare i risultati di questa innovazione per risparmiare energia anche su macchinari per il lavaggio più piccoli. Abbiamo in programma di ridurre il consumo di acqua, prendendo l’acqua dal nastro trasportatore in uscita e riportandola dentro la macchina. Siamo anche molto orgogliosi del fatto che il macchinario sia stato nominato per il premio per l’innovazione tecnologica nel settore alimentare 2015,” ha commentato Eric Lefebvre di Kronen, il partner del progetto RESFOOD che ha guidato lo sviluppo della macchina.

Metodi con biosensori ottici per il controllo rapido dei batteri

Anche la sicurezza di cibo e acqua è stata una delle priorità di RESFOOD, aprendo la strada a un nuovo sistema a biosensori ottici per l’analisi rapida e in loco dei batteri presenti nell’acqua. Il progetto ha mostrato che il prototipo del sistema si è dimostrato robusto e ha funzionato bene durante due fasi di test pilota.

I risultati delle seconde dimostrazioni sono stati elaborati e analizzati e adesso il partner del progetto Technion, che ha sviluppato il sistema, sta attualmente lavorando con un’importante azienda alimentare israeliana allo scopo di migliorare ulteriormente le sue prestazioni e di adattarlo ai prodotti dell’azienda.

Kit IS-Pro per l’analisi microbica dell’acqua

I partner di RESFOOD, Microbiome, che si occupano anch’essi di batteri nell’acqua, hanno sviluppato il kit IS-Pro. Il team ha perfezionato un processo chiamato IS profiling, che usa la reazione a catena delle polimerasi (PCR) allo scopo di rilevare i batteri determinando la lunghezza di un amplicone batterico (un segmento di DNA o RNA). Il team ha avuto ora successo nell’ottenere la necessaria certificazione CE-IVD per il kit che è adesso presente sul mercato. Un dispositivo portatile di filtraggio, anche sviluppato durante il progetto che accompagna il kit, deve ancora essere commercializzato ma si spera che questo avvenga nell’immediato futuro.

Le altre soluzioni di RESFOOD spaziano dalla gestione dell’irrigazione ottimizzata e dalle tecnologie migliorate per il riutilizzo dell’acqua e il recupero delle sostanze nutritive a delle tecniche di estrazione più rispettose dell’ambiente di materiali preziosi dai sottoprodotti alimentari.

Sviluppare ulteriormente i successi del progetto

Il progetto FERTINNOWA di Orizzonte 2020, che è cominciato all’inizio del 2016, verrà usato per disseminare ulteriormente e sviluppare ancora di più le conoscenze raccolte attraverso RESFOOD, anche presentando i risultati nei siti dei coltivatori. Un altro progetto, GREENPROTEIN, portato a termine nell’ambito del programma di lavoro H2020BBI, che include un gran numero di partner di RESFOOD è iniziato a metà di quest’anno ed ha da poco effettuato il suo incontro di apertura.

“È un piacere vedere che RESFOOD è ancora attivo, quasi un anno dopo la conferenza finale” afferma il coordinatore del progetto Willy van Tongeren di TNO, nei Paesi Bassi. “Molte parti interessate ancora richiedono informazioni sul progetto e i suoi risultati sono usati non solo in pratica ma sono anche utilizzate in nuove iniziative. Sono impazientemente di vedere come i partner di RESFOOD e altri soggetti coinvolti porteranno avanti la tecnologia che abbiamo sviluppato.”

Informazioni correlate

Keywords

RESFOOD, FERTINNOWA, GREENPROTEIN, economia circolare, soluzioni TIC, gestione dell’irrigazione ottimizzata, IS-Pro Kit, efficienza idrica
Numero di registrazione: 165010 / Ultimo aggiornamento: 2015-06-17
Dominio: Ambiente