Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

SPRITE Risultato in breve

Project ID: 317169
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Regno Unito

I fasci ionici e il cancro

Un progetto di formazione dell’UE sta esaminando i fasci ionici come potenziali trattamenti sanitari. Il confronto tra tipi ampi e stretti mostra che questi ultimi hanno un maggiore effetto pur utilizzando meno energia.
I fasci ionici e il cancro
I fasci ionici potrebbero offrire nuovi trattamenti per il cancro e altre condizioni mediche. Ma prima che tali possibilità possano realizzarsi l’Europa deve formare i ricercatori nelle tecniche.

Il progetto SPRITE (Supporting postgraduate research with internships in industry and training excellence), finanziato dall’UE, mira a ottenere ciò fornendo la necessaria formazione: il progetto prevede la formazione di 10 ricercatori alle prime armi e 4 ricercatori esperti in tecnologie dei fasci e loro applicazioni. Altre opportunità includono corsi di formazione dedicati e un ambiente di ricerca multidisciplinare composto da quattro programmi di ricerca.

Ad oggi SPRITE ha quasi completato i propri obiettivi. L’impresa ha subito dei rallentamenti a causa di difficoltà nel reclutamento e perdita di personale senior spostato in altre posizioni, ma i partner e l’UE hanno concordato la revisione della programmazione.

Un ramo della ricerca si è concentrato sulle applicazioni mediche emergenti dei fasci ionici, inclusi gli effetti della radiazione sui mitocondri (componenti cellulari) e sulle cellule del sarcoma (cancro). I risultati indicano una risposta in funzione di dose e tempo nelle cellule IB115, mentre le cellule IB106 sono ancora in fase di test. Lo studio ha confrontato anche la radiazione a microfascio e fascio largo. Le scoperte preliminari suggeriscono un maggiore effetto della prima con livelli di radiazione minori rispetto a quelli normalmente necessari per il fascio largo.

Il lavoro sulle applicazioni industriali per i fasci ionici è promettente rispetto alla creazione di nuovi materiali inclusi semiconduttori a intervallo di banda ampio e materiali luminescenti. Il lavoro ha prodotto nuove metodologie per lo studio dei materiali.

Altri risultati comprendono nuove tecniche inclusa PIXE ad alta risoluzione e un metodo non distruttivo per determinare la composizione molecolare.

Il progetto ha favorito distaccamenti flessibili e visite brevi. Il consorzio ha inoltre istituito e tenuto diversi corsi di formazione. I membri del team sono stati coinvolti nella creazione di un programma di ricerca coordinato che include lo sviluppo di tecniche di mappatura della concentrazione molecolare utilizzando raggi ionici di energia dell’ordine del Mev.

Il progetto SPRITE sta studiando le applicazioni mediche dei fasci ionici e offrendo formazione per il loro utilizzo. Il lavoro potrebbe infine produrre nuovi trattamenti a basso dosaggio di radiazione per il cancro.

Informazioni correlate

Argomenti

Life Sciences

Keywords

Fasci ionici, cancro, radiazione, applicazioni mediche, fascio largo
Numero di registrazione: 175039 / Ultimo aggiornamento: 2016-01-28
Dominio: Biologia, Medicina