Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

DRIVERS Risultato in breve

Riferimento del progetto: 278350
Finanziato nell'ambito di: FP7-HEALTH
Paese: Belgio

Soluzioni per migliorare l’equità sanitaria

Le disuguaglianze sanitarie sono differenze sistematiche nello stato di salute tra i vari gruppi sociali; tali disparità risultano persistenti tra i paesi e all’interno di essi, nonostante le azioni per ridurle. Un’iniziativa finanziata dall’UE, coordinata da EuroHealthNet, ha esaminato tali disuguaglianze e proposto soluzioni per ridurle, dedicandosi alla politica e alla pratica relative a prima infanzia, condizioni di occupazione e lavoro, reddito e protezione sociale.
Soluzioni per migliorare l’equità sanitaria
L’Organizzazione mondiale della sanità ha già identificato la prima infanzia, l’occupazione e le condizioni di lavoro, il reddito e la protezione sociale come aree chiave in cui le scelte politiche e le attività pratiche possono ridurre le disuguaglianze sanitarie. Anche se si sa molto sulle associazioni tra vari fattori e le disuguaglianze sanitarie, si sa molto meno sulle soluzioni per affrontarle.

Il progetto DRIVERS (DRIVERS: Addressing the strategic determinants to reduce health inequality via 1) early childhood development, 2) realising fair employment, and 3) social protection), finanziato dall’UE e coordinato da EuroHealthNet, intendeva colmare le lacune di conoscenze, analizzando fattori che plasmano l’esistenza delle disuguaglianze sanitarie, le pratiche che tendono a ridurle, nonché formulare le raccomandazioni per le politiche, le prassi e la ricerca.

I partner scientifici appartenenti a eminenti centri di ricerca hanno iniziato identificando e colmando lacune fondamentali nelle conoscenze relative ai determinanti sociali della salute e nelle politiche che contribuiscono all’esistenza delle disuguaglianze sanitarie. Tale operazione è stata realizzata principalmente tramite esami sistematici, meta-analisi e analisi di nuovi dati, utilizzando dati pan-europei.

Sono state valutate le correnti metodologie di ricerca per la valutazione degli esiti delle politiche sanitarie; il team ha valutato le modalità di applicazione degli esiti delle ricerche agli ambienti reali. In diciannove studi di casi sono stati posti sotto osservazione lo sviluppo del bambino nei primi anni, l’occupazione e le condizioni di lavoro, il reddito e la protezione sociale e specifici esempi di difesa del pari diritto alla salute, nell’intento di analizzare le conclusioni di esami sistematici e analisi di dati; questi studi di casi hanno adottato prevalentemente metodi qualitativi e hanno coinvolto partner della società civile, al mondo della sanità pubblica e all’imprenditoria, con lo scopo di identificare servizi, politiche e pratiche capaci di ridurre le disuguaglianze sanitarie, migliorare i determinanti sociali della salute e potenziare metodi efficaci di difesa del pari diritto alla salute.

I ricercatori hanno consultato un’ampia gamma di soggetti interessati, al fine di redigere una serie di sintesi programmatiche, in grado di comprendere i principi inerenti a politiche e pratiche capaci di ridurre le disuguaglianze sanitarie, accanto una più ampia base di prove sull’efficace difesa del pari diritto alla salute. Accanto ai rapporti pubblici, i team scientifici hanno pubblicato numerosi articoli su autorevoli riviste a valutazione paritaria ad accesso aperto.

Le conclusioni di DRIVERS dovrebbero fornire contribuiti a future ricerche, scelte politiche e pratiche che riguardano le tre aree di DRIVERS. Pertanto, il progetto ha cercato di assumere un ruolo importante a favore di una migliore equità sanitaria.

Informazioni correlate

Argomenti

Scienze biologiche

Keywords

Disuguaglianze sanitarie, sviluppo del bambino nei primi anni di vita, occupazione, condizioni di lavoro, reddito, protezione sociale, benessere, equità sanitaria, difesa dei diritti, determinanti sociali della salute
Numero di registrazione: 175071 / Ultimo aggiornamento: 2016-02-04
Dominio: Biologia, Medicina