Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

CITI-SENSE — Risultato in breve

Project ID: 308524
Finanziato nell'ambito di: FP7-ENVIRONMENT
Paese: Norvegia
Dominio: Salute

Monitoraggio della qualità dell’aria effettuato dai cittadini

Un team dell’UE ha istituito degli osservatori per cittadini al fine di contribuire al monitoraggio della qualità dell’aria nelle città. La rete comprendeva 24 osservatori, tra cui 324 sensori e 400 volontari su 9 città europee, raggiungendo un totale di 9,4 milioni di osservazioni sulla qualità dell’aria.
Monitoraggio della qualità dell’aria effettuato dai cittadini
I governi hanno un ruolo significativo nella ricerca di soluzioni ai problemi ambientali, ma il loro non rappresenta l’unico ruolo. Spesso, i cittadini possono offrire il proprio aiuto per monitorare e gestire i problemi ambientali locali attraverso modalità impossibili per le agenzie governative.

Il progetto CITI-SENSE (Development of sensor-based citizens’ observatory community for improving quality of life in cities), finanziato dall’UE, ha sviluppato un sistema informativo sul monitoraggio ambientale accessibile alla fruizione dei cittadini, il cui obiettivo era di consentire alle comunità di influenzare i processi politici e decisionali.

Il lavoro iniziale si è focalizzato sulla creazione di una rete di sensori relativi alla qualità dell’aria, nella quale i cittadini sono stati coinvolti come partecipanti. I principali elementi hanno inclusi sensori e tecnologie di collegamento, prodotti di informazione derivanti dai dati e servizi. Dati satellitari hanno rivelato tutta una serie di informazioni atmosferiche, sebbene confinate a singole realtà urbane europee. Il gruppo di lavoro intendeva inoltre sviluppare metodi partecipativi, nonché strategie di gestione dei dati e applicazioni tese alla semplificazione dell’utilizzo delle informazioni.

Il team ha fondato e gestito per sei mesi la più grande rete di sensori di qualità dell’aria su scala mondiale. La rete è costituita da 324 unità, distribuite in tutta Europa. La partecipazione della comunità ha incluso più di 400 volontari, che hanno testato i dispositivi di monitoraggio in 9 città europee.

I ricercatori hanno inoltre istituito 24 osservatori per cittadini. Otto di questi hanno monitorato la qualità dell’aria negli ambienti esterni, mentre 12 hanno effettuato un monitoraggio della qualità dell’aria interna nelle scuole e 4 hanno invece monitorato il livello comfort personale negli spazi pubblici.

I volontari sono stati coinvolti in attività quali sviluppo di sensori, soluzioni di visualizzazione e altri strumenti utilizzati nel progetto. Oltre 1 200 persone hanno scaricato e utilizzato l’app del progetto relativa alla percezione dell’aria.

Grazie alla rete di sensori e agli strumenti di osservazione supplementari, il team ha raccolto più di 9,4 milioni di osservazioni durante l’ultimo anno del progetto.

I principali contributi del progetto hanno incluso gli studi sul coinvolgimento dei cittadini nel processo decisionale in materia ambientale, in particolare la motivazione e le barriere. Il team ha sviluppato anche nuovi strumenti per il monitoraggio dell’ambiente urbano da parte dei cittadini, compresi micro-sensori low-cost e strumenti di analisi dei dati. È stato inoltre possibile combinare i dati del progetto con piattaforme TIC cloud, megadati e servizi app/portale. Il team ha inoltre integrato metodi partecipativi per prodotti e servizi.

Il progetto CITI-SENSE consentirà di creare sistemi di monitoraggio ambientale sul territorio europeo che promuoveranno la partecipazione dei cittadini alle questioni ambientali. I risultati ottenuti dovrebbero inoltre offrire nuovi prodotti e servizi, che si tradurranno in importanti opportunità economiche per le aziende del vecchio continente.

Informazioni correlate

Keywords

Effettuato dai cittadini, qualità dell’aria, osservatori per cittadini, CITI-SENSE, monitoraggio ambientale