Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

EUREMCO Risultato in breve

Riferimento del progetto: 285082
Finanziato nell'ambito di: FP7-TRANSPORT
Paese: Belgio

Un passo avanti per riconciliare treni e binari in Europa

L’interferenza elettromagnetica rappresenta un ostacolo importante verso il raggiungimento dell’interoperabilità delle ferrovie in Europa. L’armonizzazione delle regole e l’accelerazione del processo di certificazione dovrebbero aiutare a superare tale ostacolo.
Un passo avanti per riconciliare treni e binari in Europa
Lungo e costoso, è questo l’unico modo di descrivere l’attuale processo di autorizzazione per portare i veicoli ferroviari in servizio secondo le specifiche tecniche di interoperabilità (STI) e le regole nazionali per la sicurezza. La compatibilità elettromagnetica (CEM) tra i veicoli ferroviari e i binari istallati rappresenta uno dei principali capitoli di spesa del procedimento necessario per mettere nuovi vagoni sui binari. Ogni paese ha le sue regole e procedure di valutazione, il che impedisce una vera interoperabilità.

Il progetto EUREMCO (European railway electromagnetic compatibility) ha affrontato la questione centrale della CEM. La chiusura di alcune questioni aperte nelle STI riguardanti la CEM dovrebbe portare a una riduzione del tempo e dei costi dei processi di certificazione dei veicoli ferroviari.

Attualmente non ci sono standard o procedure che si occupano degli stati transitori sui binari. La condivisione di dati dell’operatore e dei produttori sugli stati transitori con la comunità europea di esperti è stata una parte fondamentale delle attività del progetto. Queste conoscenze dovrebbero aiutare a risolvere la questione di come gestire questi stati transitori che hanno conseguenze sull’acquisizione di dati durante i test di certificazione. Si è lavorato sulle caratteristiche degli stati transitori che causano interferenza. Un’altra attività è stata l’esercizio di modellazione che produce la funzione di trasferimento dal treno al ricevitore del binario e gli effetti degli stati transitori.

Per verificare l’attuale versione di STI per il sistema di alimentazione di 15 kV AC, tre partner del progetto (operatori ferroviari) hanno svolto campagne di misurazione in Austria, Germania e Svizzera. Le misurazioni sono state fatte usando una locomotiva con diverse impedenze d’ingresso capacitive per simulare i cavi sul tetto di lunghezze diverse.

I partner del progetto hanno fatto progressi significativi nella definizione e nella proposta di test accettati in tutta Europa per i sistemi di alimentazione di 25 kV AC e DC. I risultati dovrebbero aiutare a rendere più facile la certificazione in tutti i paesi che usano tali sistemi di elettrizzazione.

I partner di EUREMCO hanno stilato anche una raccomandazione per aiutare a prevenire l’interferenza dei materiali rotabili con i binari su linee non elettrificate. Le misurazioni della CEM hanno dimostrato la coerenza di tale raccomandazione.

Una volta che l’Europa avrà raggiunto un accordo sugli stati transitori e avrà fissato dei limiti di emissione di interferenza, dovrebbe essere possibile usare i risultati ottenuti in un paese per autorizzare l’operazione di un veicolo in un altro paese.

Informazioni correlate

Keywords

Treni, interoperabilità della ferrovia, certificazione, compatibilità elettromagnetica, circuiti di binari, transitorio
Numero di registrazione: 175128 / Ultimo aggiornamento: 2016-02-10
Dominio: Tecnologie industriali