Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

DASISH — Risultato in breve

Project ID: 283646
Finanziato nell'ambito di: FP7-INFRASTRUCTURES
Paese: Svezia

Infrastrutture di ricerca dati avanzate per le scienze sociali e umanistiche

I lavori di ricerca in tutti i campi delle scienze sociali e umanistiche (Social Sciences And Humanities, SSH) richiedono risorse e strumenti digitali in grado di potenziarne il livello di efficienza e di produttività. Un’iniziativa finanziata dall’UE ha proposto una serie di soluzioni a vari problemi comuni correlati ai dati.
Infrastrutture di ricerca dati avanzate per le scienze sociali e umanistiche
CESSDA, CLARIN, DARIAH, ESS e SHARE sono cinque progetti europei nel settore delle SSH che si prefiggono l’obiettivo di promuovere un utilizzo e uno sviluppo ottimale delle infrastrutture di ricerca all’interno dell’UE e nel panorama internazionale. La creazione di sinergie tra le varie iniziative contribuirà alla risoluzione di alcuni problemi comuni.

In tale scenario, il progetto DASISH (Data service infrastructure for the social sciences and humanities), finanziato dall’UE, si è prefissato l’obiettivo di offrire soluzioni e metodi per la gestione di problemi legati all’archiviazione, alla manutenzione, alla qualità e all’arricchimento di dati all’interno delle comunità di ricerca nel settore delle scienze sociali e delle discipline umanistiche.

I lavori sono stati avviati con la redazione di una relazione nell’ambito della quale sono state individuate le soluzioni e le migliori pratiche attualmente in uso relative all’infrastruttura digitale per ciascuna delle cinque comunità. In una di esse sono state messe in evidenza le modalità di analisi dei dati di digitazione e le implicazioni per i lavori sul campo. Il contributo ha inoltre fornito una panoramica dei dati di digitazione e delle informazioni relative alla data e all’ora, che rappresentano uno strumento di riferimento durante tutte le fasi delle indagini.

Quanto al sistema di gestione dei lavori sul campo, è stato sviluppato e pubblicato sul web il prototipo di un’applicazione per il monitoraggio di queste attività per le indagini decentralizzate.

Gli esperti hanno prodotto una serie di orientamenti per la gestione, la conservazione e la cura dei dati, nonché una panoramica dei modelli, delle soluzioni e delle raccomandazioni disponibili basate su queste linee guida.

Tra le altre attività svolte nell’ambito dell’iniziativa, meritano particolare attenzione la creazione di un efficace servizio di gestione delle identità federate per le scienze sociali e le discipline umanistiche, la promozione dell’utilizzo di servizi di identificatori persistenti presso i centri di dati all’interno delle cinque comunità progettuali, l’analisi e il confronto di varie strategie incentrate sui metadati per le iniziative CLARIN, DARIAH e CESSDA e l’identificazione di possibilità di contaminazione incrociata per le soluzioni comuni.

I partner del progetto hanno pubblicato un manuale sulle questioni giuridiche ed etiche relative ai dati SSH in Europa, ideando altresì tre moduli formativi online su argomenti di interesse per le comunità nel settore delle scienze sociali e delle discipline umanistiche, che sono stati integrati da cinque workshop pratici.

L’iniziativa DASISH ha riunito i cinque progetti in questione promuovendo l’interoperabilità e la condivisione dei dati di ricerca. Queste risorse incideranno profondamente sulle scienze sociali e le discipline umanistiche in Europa e nel resto del mondo.

Informazioni correlate

Keywords

Infrastrutture di ricerca, scienze sociali e discipline umanistiche, infrastruttura che fornisce servizi di dati, infrastruttura digitale