Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

NoroCarb Risultato in breve

Riferimento del progetto: 329485
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Germania

Nuovi inibitori contro i virus

Delineare il meccanismo associato all’ingresso del virus e all’infezione è necessario per progettare strategie di vaccinazione e terapie efficaci. Sulla base di ciò uno studio europeo ha lavorato per comprendere il processo dell’infezione da norovirus (NoV).
Nuovi inibitori contro i virus
La gastroenterite acuta è la seconda malattia infettiva più comune, con milioni di casi in tutto il mondo. Le infezioni da NoV sono la causa principale della gastroenterite acuta; è necessario sviluppare farmaci o vaccini per combattere le infezioni da NoV. Il virus è altamente contagioso e resistente ai disinfettanti, e ciò rende difficile controllare i focolai di epidemia.

NoV riconosce gli antigeni dei gruppi sanguigni HBGA (histo-blood group antigens) come fattori di attaccamento cellulare. Gli scienziati del progetto NOROCARB (Targeting norovirus receptor interactions at atomic resolution), finanziato dall’UE, hanno studiato l’interazione delle proteine di rivestimento di NoV con gli HBGA a risoluzione atomica. L’obiettivo era stabilire una solida base per la progettazione di potenziali inibitori d’ingresso. A tal fine si dovevano decifrare la termodinamica e la cinetica del legame degli inibitori d’ingresso alla proteina di rivestimento del virus VP1.

I ricercatori hanno utilizzato un approccio razionale basato su studi di legame NMR con particelle simil-virali. Hanno sintetizzato VP1 marcata con isotopi stabili per spettroscopia con NMR e osservato le relative topologie di legame dei fattori di attaccamento naturale e degli inibitori d’ingresso. Il team ha scoperto che NoV umano si attacca a HBGA in siti multipli e attraverso un processo cooperativo multifase.

Nel loro insieme le informazioni generate saranno utilizzate per la progettazione razionale di nuovi inibitori multivalenti con affinità migliorate che impediscano il legame dei virus e l’ingresso nella cellula.

Le scoperte dello studio NOROCARB rappresentano un nuovo paradigma per il riconoscimento degli ospiti di NoV e avranno un impatto importante su qualsiasi ricerca sull’infezione da NoV. Potrebbero inoltre essere estese per applicazione ad altri membri della famiglia dei virus Caliciviridae.

Informazioni correlate

Keywords

Infezione, norovirus, gastroenterite, HBGA, inibitori d’ingresso, VP1
Numero di registrazione: 180912 / Ultimo aggiornamento: 2016-03-30
Dominio: Biologia, Medicina