Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

Evo-Chromo Risultato in breve

Riferimento del progetto: 276741
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Spagna

L’importanza di un impaccamento corretto

Alcuni ricercatori dell’UE hanno analizzato l’importanza della disposizione del materiale genetico in una serie di spermatozoi animali. Il lavoro ha chiarito meglio l’evoluzione dell’architettura nucleare materiale e il suo ruolo nello sviluppo e nella trascrizione genica.
L’importanza di un impaccamento corretto
Molti geni nei mammiferi sono isole di C-fosfato-G (CpG) all’inizio del gene e sono promotori che iniziano la trascrizione. Questi geni mostrano differenze nella trascrizione e i ricercatori impegnati nel progetto EVO-CHROMO (Sperm chromatin and the evolution of chromatin architecture at regulatory regions in animal genomes) hanno indagato sull’ipotesi che tale situazione sia collegata alla cromatina, il materiale di impaccamento nei cromosomi nelle cellule dello sperma.

Esistono due tipi di impaccamento: uno (osservato prevalentemente nello sperma) utilizza le protamine, mentre l’altro si basa su istoni, in cui il materiale genetico resta impaccato nei cosiddetti nucleosomi.

I risultati della ricerca EVO-CHROMO suggeriscono che l’organizzazione della cromatina riflette non solo l’attività di trascrizione, ma anche il tipo di promotore in cui si avvia la trascrizione. Gli esami sullo sperma umano dimostrano che i promotori di isole CpG conservano una miscela di nucleosomi e di strutture subnucleosomali.

Il team del progetto hanno anche osservato i miglioratori distali che stimolano i promotori dei geni, tramite meccanismi di formazione di anse della cromatina. Utilizzando l’ascidiaceo Ciona degli Uricordati più vicini ai loro parenti vertebrali, i ricercatori hanno scoperto che elementi non codificanti conservati (ciCNE) sono associati largamente agli stessi geni regolatori chiave come i CNE vertebrati. Inoltre, alcuni ciCNE testati possono attivare l’espressione di geni reporter negli embrioni sia del danio rerio, sia del Ciona.

Risulta particolarmente interessante che i test sulla mosca della frutta Drosophila abbiano evidenziato l’implicazione dell’organizzazione della cromatina nell’eredità epigenetica intergenerazionale caratterizzata con un modello di obesità. Una dieta paterna ad alto tenore di zuccheri ha provocato una derepressione di geni di controllo della trascrizione nell’eterocromatina nel giovane embrione e nello sperma.

I progressi tecnologici consentiranno di studiare il ruolo della cromatina su scala genomica. La ricerca EVO-CHROMO ha prodotto una base di conoscenze consistente, utile a procedere in questa area problematica, parte integrante di riproduzione, sviluppo ed evoluzione.

Informazioni correlate

Keywords

Impaccamento, materiale genetico, sperma, trascrizione CpG, cromatina, nucleosomi
Numero di registrazione: 180952 / Ultimo aggiornamento: 2016-04-05
Dominio: Biologia, Medicina