Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

MAPKinDROUGHT Risultato in breve

Riferimento del progetto: 330713
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Regno Unito

Le risposte delle piante alla siccità

La siccità può influenzare la crescita delle piante e quindi anche la resa delle coltivazioni. Un’iniziativa di ricerca finanziata dall’UE ha tentato di capire la risposta di adattamento alla siccità delle piante.
Le risposte delle piante alla siccità
La siccità viene spesso avvertita dalle radici, dagli ormoni e da altre molecole di segnalazione nelle piante. Questi meccanismi di segnalazione sono complessi, ma garantiscono che le piante possano rispondere in maniera efficace ai periodi di stress o di scarsità di acqua.

L’iniziativa MAPKINDROUGHT (MAPK signalling network to adapt leaf growth to drought conditions), finanziata dall’UE, ha studiato le chinasi proteiche attivate da mitogeni (mitogen-activated protein kinases, MAPK) e gli enzimi associati coinvolti nella risposta allo stress da siccità. L’obiettivo era quello di collegare la via di segnalazione MARK alla crescita delle piante in condizioni di stress da siccità.

Gli scienziati hanno studiato il collegamento tra varie proteine e molecole nel percorso MARK nell’Arabidopsis thaliana. Utilizzando modelli al computer, hanno identificato enzimi e substrati enzimatici che interagiscono con la MARK in seguito a siccità o sotto stress.

La scarsità di acqua e altre condizioni ambientali possono gravemente limitare la resa dei raccolti a causa dello stress associato, malgrado le innovazioni dell’agricoltura moderna. Questa ricerca può in definitiva portare a una maggiore tolleranza allo stress da parte delle piante e quindi a raccolti migliori.

Informazioni correlate

Keywords

Piante, siccità, crescita delle piante, resa delle coltivazioni, meccanismi di segnalazione, segnalazione MAPK
Numero di registrazione: 181021 / Ultimo aggiornamento: 2016-04-13
Dominio: Ambiente