Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Come le persone nate sorde possono udire

Gli scienziati stanno studiando come le persone sorde dalla nascita possono udire grazie all’uso di impianti cocleari. Questa ricerca è usata per capire come il cervello elabora il suono e permetterà infine di migliorare gli impianti cocleari.
Come le persone nate sorde possono udire
Un impianto cocleare è un dispositivo neuroprotesico che stimola il nervo acustico per permettere alle persone sorde di sentire il suono. Tali simulazioni sonore sono tuttavia limitate e non permettono di localizzare il suono, sentire fonti multiple o ascoltare la musica.

Lo studio BRAINCI (Neural basis of auditory processing in young congenitally deaf subjects with cochlear implants), finanziato dall’UE, ha indagato sulla formazione dei percorsi uditivi nel cervello, al fine di capire meglio l’udito e migliorare la progettazione degli impianti cocleari. BRAINCI ha studiato gli utenti preverbali di impianti cocleari per capire come essi percepiscono e interpretano il suono.

Gli utenti preverbali – le persone sorde dalla nascita – sviluppano il loro sistema uditivo con l’aiuto di impianti cocleari. BRAINCI ha ipotizzato che i percorsi neurali degli utenti preverbali si sviluppano diversamente da quelli delle persone udenti.

Durante lo studio, è stato creato un laboratorio per questa ricerca in Croazia. BRAINCI ha fatto parte della ricerca svolta dal Speech and Hearing Research Lab dell’Università di Spalato, Croazia.

Il laboratorio collabora con Cochlear Ltd e contribuisce attivamente al modo di costruire gli impianti cocleari. Questa collaborazione ha anche portato all’installazione nel laboratorio di nuove apparecchiature per l’elaborazione del suono.

La ricerca svolta da BRAINCI ci aiuta a capire meglio come funzionano e si sviluppano i percorsi di elaborazione del suono nel cervello. Grazie a questa ricerca, il Speech and Hearing Research Lab può aiutare i professionisti sanitari a progettare impianti cocleari per i bisogni specifici dei pazienti.

Informazioni correlate

Keywords

Nato sordo, impianti cocleari, uditivo, prelinguistico, elaborazione del suono