Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

GENE Risultato in breve

Riferimento del progetto: 328695
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Paesi Bassi

Colpire i vasi sanguigni dei tumori

La crescita dei tumori può essere inibita colpendo il loro flusso sanguigno. L’individuazione di nuovi obiettivi nei vasi sanguigni dei tumori potrebbe consentire di sviluppare nuovi medicinali specificamente mirati contro questa malattia.
Colpire i vasi sanguigni dei tumori
Per riuscire a crescere, le cellule dei tumori hanno bisogno di ossigeno e di nutrienti e per questa ragione il tumore induce la formazione di nuovi vasi sanguigni. Il processo di formazione di nuovi vasi dalla vascolatura preesistente è chiamato angiogenesi.

Attualmente, sono disponibili vari medicinali anti-angiogenici utilizzati nel trattamento del cancro. La maggior parte di essi prende di mira i fattori angiogenici ma la loro efficacia è spesso compromessa dallo sviluppo della resistenza al trattamento. L’obiettivo del progetto GENE (Genomic screening of the embryo for novel targets in the tumour endothelium), finanziato dall’UE, era l’individuazione di specifici marcatori delle cellule endoteliali dei tumori, che costituiscono il rivestimento interno dei loro vasi sanguigni, per ottenere un’azione mirata.

Gli scienziati hanno lavorato basandosi sull’ipotesi che i geni funzionali durante lo sviluppo embrionale possano essere attivi anche nella vascolatura dei tumori. Hanno quindi analizzato l’intero profilo di espressione di embrioni di topi in diverse fasi di sviluppo e di cellule endoteliali tumorali, utilizzando tessuti di topi adulti per eseguire il confronto volto a identificare i geni specifici degli embrioni.

Dallo screening sono emersi 24 geni candidati che presentavano un’espressione 100 volte maggiore nelle cellule endoteliali tumorali rispetto ai tessuti dei topi adulti. I ricercatori hanno convalidato l’espressione dei tessuti dei 10 geni candidati espressi in modo extracellulare più promettenti.

Il lavoro di ricerca condotto dal progetto GENE rappresenta un importante primo passo dello sviluppo di farmaci antitumorali nuovi e potenzialmente ad alta efficacia. Gli obiettivi identificati sono specifici delle cellule endoteliali del cancro, una caratteristica che ridurrà al minimo i possibili effetti collaterali tossici e il rischio di mutazione delle cellule tumorali in varianti farmacoresistenti.

Informazioni correlate

Keywords

Tumore, vasi sanguigni, farmaci antitumorali, cellula endoteliale, sviluppo embrionale
Numero di registrazione: 181076 / Ultimo aggiornamento: 2016-04-21
Dominio: Biologia, Medicina