Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

3W-RGB Risultato in breve

Project ID: 329741
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Regno Unito

Un approfondimento molecolare sulla biologia delle cellule B

La memoria immunologica è l’asse portante alla base della vaccinazione. Comprendendo come funzionano i linfociti B, si potrebbe potenziare lo sviluppo di nuovi vaccini.
Un approfondimento molecolare sulla biologia delle cellule B
Il sistema immunitario forma il nostro arsenale specialistico contro virus e batteri. Uno dei fattori centrali, costituito dal linfocita B, ha il compito di produrre le proteine effettrici denominate anticorpi. Tali anticorpi si legano e neutralizzano gli antigeni su patogeni invasori. Al ripetersi dell’esposizione allo stesso agente infettivo, vengono rapidamente prodotti anticorpi ad alta affinità, che rendono le cellule B gli organizzatori della memoria immunologica. Questo processo di selezione avviene dei centri germinativi (GC) all’interno di organi linfoidi secondari, come la milza e i linfonodi.

Il progetto 3W-RGB (Identification of whether, in which aspects and by which function, a RNA binding protein, KH-type splicing regulatory protein governs development and function of B cell, a type of white blood cell), finanziato dall’UE, si è occupato di comprendere la biologia delle cellule B e favorire lo sviluppo di vaccini per prevenire le malattie correlate alle cellule B. Lo studio si è concentrato sul ruolo dei microRNA, i RNA corti che regolano l’espressione genica promuovendo il decadimento del mRNA.

In particolare, i ricercatori erano interessati a miR-155 (per il suo ruolo nella produzione di anticorpi) e alla proteina di tipo KH regolatrice dello splicing (KSRP), responsabile per la sua biogenesi. Il consorzio ha lavorato nel quadro dell’ipotesi che KSRP sia un importante gene regolatore della biologia delle cellule B e si è proposto di descriverne il meccanismo di attività.

Utilizzando topi transgenici carenti di KSRP, i ricercatori hanno concluso che questa proteina legante del RNA non svolgeva un ruolo fondamentale nelle cellule B di GC. Poi, utilizzando un ceppo murino reporter miR-155, hanno scoperto che miR-155 era espresso congiuntamente con il proto-oncogene c-Myc. Ulteriori approfondimenti su questa cooperazione hanno indicato che miR-155 proteggeva le cellule B c-Myc+ dall’apoptosi e ne hanno consentito l’espansione clonale.

Nel loro complesso, i risultati del progetto 3W-RGB corroborano la tesi di un ruolo centrale del miR-155 nella maturazione di affinità di cellule B nei GC. È particolare importante il fatto che essi spieghino un ruolo sinergetico oncogenico dell’asse miR-155-c-Myc nelle forme di cancro associate alle cellule B.

Informazioni correlate

Keywords

Cellula B, vaccinazione, anticorpi, centri germinativi, Mir-155, KSRP, c-Myc
Numero di registrazione: 182817 / Ultimo aggiornamento: 2016-05-30
Dominio: Biologia, Medicina