Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

SAST Risultato in breve

Riferimento del progetto: 331421
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Regno Unito

L’integrazione e l’adattamento dei migranti negli spazi sociali transnazionali

La ricerca finanziata dall’UE ha promosso un approccio innovativo agli studi sulle migrazioni con lo sviluppo e l’applicazione della teoria dell’ancoraggio sociale, un lavoro che aiuta a collegare i problemi di integrazione e di identità degli individui nella società molto mobile e diversificata dei nostri giorni.
L’integrazione e l’adattamento dei migranti negli spazi sociali transnazionali
Il progetto SAST (Social anchoring in superdiverse transnational social spaces) ha definito l’ancoraggio sociale come il processo di individuazione dei punti d’appoggio che permette ai migranti di raggiungere la stabilità psico-sociologica e di definire la propria funzione in un nuovo paese.

Il team ha sviluppato un approccio metodologico multidimensionale e strumenti per lo studio dell’ancoraggio sociale, con l’obiettivo di identificare anche i tipi di ancoraggi e di determinare i meccanismi utilizzati a questo scopo dai migranti. La ricerca si è concentrata in particolare sul modo in cui i migranti utilizzano la propria identità come risorsa per integrarsi nella società ospitante e per adattarsi ai campi sociali transnazionali.

I ricercatori hanno sviluppato questi concetti grazie al lavoro condotto sul campo. Sono state svolte 80 interviste e questionari individuali approfonditi ripartiti equamente tra due gruppi: immigranti polacchi nel Regno Unito trasferitisi dopo l’entrata del loro paese nell’UE e immigrati ucraini in Polonia trasferitisi dopo il 2004. Per esaminare il processo di ancoraggio, i ricercatori hanno inoltre analizzato campioni di testi online e narrative “non guidate” dei gruppi considerati.

Lo studio ha confermato l’importanza fondamentale della stabilità e della sicurezza nella percezione degli immigrati e i loro vari tentativi di crearsi dei punti di appoggio per la vita nelle nuove società. Gli account dei migranti studiati mostrano che il successo dell’integrazione dipende largamente dall’apertura del loro atteggiamento, dalla motivazione ad apprendere e a cambiare, dallo sfruttamento delle opportunità e dalle connessioni sociali potenzialmente disponibili.

L’analisi dei contenuti ha identificato 12 tipologie principali di ancore utilizzate dal gruppo di migranti polacchi, la metà delle quali contribuisce a mantenere l’identità del paese di origine e i legami etnici, mentre l’altra metà favorisce la loro integrazione. In generale, i migranti ucraini sono risultati meno stabili, più mobili e coinvolti nei processi transnazionali. Queste persone appartengono infatti a reti sociali più ampie e la maggiore somiglianza della lingua e della cultura crea un maggiore senso di familiarità che facilita anche il contatto con la società polacca.

Il lavoro svolto dal progetto ha evidenziato cinque caratteristiche significative dell’ancoraggio. Le prime quattro riguardano la sua multidimensionalità e mancanza di uniformità, il fatto che deve essere considerato come un processo non statico, il fenomeno della disconnessione dalle ancore precedenti e il carattere transnazionale dell’ancoraggio. La quinta caratteristica evidenzia la possibilità di utilizzare l’ancoraggio sociale sia per condurre ulteriori ricerche con gruppi diversi di migranti sia per sviluppare applicazioni pratiche a supporto del loro adattamento e della loro integrazione.

Il team SAST è riuscito a fornire un nuovo approccio completo allo studio dei problemi di identità, integrazione e adattamento agli spazi transnazionali.

Informazioni correlate

Keywords

Migranti, transnazionale, spazi sociali, ancoraggio sociale, integrazione, identità, SAST
Numero di registrazione: 182898 / Ultimo aggiornamento: 2016-06-14
Dominio: Tecnologie industriali