Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

MGD Risultato in breve

Project ID: 330091
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Regno Unito

I molti significati di propizio

Uno studio dell’UE ha esaminato la diffusione storica e l’impatto di un importante testo buddista proveniente dalla Tailandia. Tra i risultati dello studio c’è la creazione di un’edizione romanizzata-pali digitale, intesa come fondamento per futuri confronti con edizioni vernacolari in lingue asiatiche.
I molti significati di propizio
Nel 1524, un monaco tailandese di nome Sirimangala scrisse un insegnamento canonico buddista che proponeva 38 significati leggermente diversi del concetto di propizio. Chiamato Mangalatthadipani (Mg-d), il testo sostanziale era scritto in lingua pali e, anche se considerato importante nell’Asia sudorientale, è stato ignorato dagli studiosi occidentali.

Il progetto MGD (“The commentary on auspicious things”. A Pali text from northern Thailand), finanziato dall’UE ha pubblicizzato il testo, usando un approccio interdisciplinare. Lo studio si è basato sulla filologia (la storia e l’evoluzione delle lingue) e anche sulla storia e l’antropologia.

Grazie a diversi sopralluoghi, i ricercatori hanno determinato la diffusione geografica del Mg-d nell’Asia continentale e in Sri Lanka. La diffusione è risultata maggiore di quanto in precedenza creduto; oltre alla Cambogia, il Laos e la Tailandia, comprendeva anche il Myanmar. Usando le versioni vernacolari del sud-est asiatico dal XXVII al XX secolo, gli studiosi impegnati nel progetto hanno esaminato anche la natura della diffusione e le sue variazioni.

Il team ha trascritto lo scritto tailandese in un’edizione da lavoro, che consiste in circa 400 pagine di lettere latine contenute in un database navigabile. La nuova versione rappresenta una base per eventuali edizioni critiche future che incorporino le versioni khmer e burmese.

I ricercatori hanno confrontato passaggi dell’edizione da lavoro con le esistenti versioni digitali del canone in pali. Il lavoro permetteva di aggiungere riferimenti a documenti canonici e post-canonici in forma di note a piè di pagina. In questo modo era possibile determinare lo stato del buddismo theravada in Tailandia durante il XVI secolo.

Altri aspetti della ricerca hanno studiato il contesto religioso, storico e sociale dei lavori di Sirimangala. Il lavoro ha prodotto una nuova bibliografia di fonti rilevanti, specialmente lavori in lingua tailandese, alcuni dei quali proprio sull’autore.

Il progetto MGD ha fatto in modo che si apprezzasse nuovamente quello che è da tempo un importante testo buddhista e il suo contesto storico. L’edizione da lavoro digitale rende più facile la realizzazione di ulteriori studi.

Informazioni correlate

Keywords

Propizio, buddista, Tailandia, Pali, Sirimangala, Mangalatthadipani
Numero di registrazione: 182900 / Ultimo aggiornamento: 2016-06-14
Dominio: Tecnologie industriali