Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

BRAINSAFE II — Risultato in breve

Project ID: 315549
Finanziato nell'ambito di: FP7-SME
Paese: Lituania

Misurazione non invasiva della pressione intracranica

La lesione cerebrale traumatica è un’importante causa di disabilità permanente nelle persone sotto i 40 anni di età. Lo sviluppo di un sistema non invasivo per misurare la pressione intracranica (ICP) faciliterà ampiamente la valutazione neurochirurgica.
Misurazione non invasiva della pressione intracranica
L’ICP è un segno vitale nella diagnosi e nel monitoraggio neurologici per la sua importanza nelle dinamiche intracraniche. I pazienti che soffrono di malattie neurologiche o lesioni cerebrali sono sottoposti a misurazione dell’ICP per la prognosi e la terapia. Un’ICP aumentata è la causa più comune di decesso nei pazienti neurochirurgici ed è anche molto frequente nei pazienti che subiscono lesioni alla testa. Ma i metodi attuali per la misurazione diretta dell’ICP sono molto invasivi e causano rischi di lesione ai tessuti e infezione.

Per rispondere a ciò gli scienziati del progetto BRAINSAFE II (Development of a novel autonomous non-invasive absolute intracranial pressure measurement device based on ultrasound Doppler technology), finanziato dall’UE, hanno iniziato a sviluppare una misurazione ICP non invasiva per la cura clinica di routine. L’idea era generare un dispositivo autonomo, rapido e accurato per la misurazione quantitativa dell’ICP senza necessità di calibrazione.

A tal fine il consorzio ha sviluppato un sistema eco-Doppler perfezionato, che utilizzava algoritmi di elaborazione del segnale ottimizzati e nuova pressurizzazione. Lo strumento presentava miglior risoluzione e accuratezza nel raccogliere le misurazioni del flusso sanguigno sia intracranico che extracranico dell’arteria oftalmica (OA).

Inoltre incorporava un sistema elettromeccanico di posizionamento spaziale tramite trasduttore a ultrasuoni che eliminava la necessità di personale altamente specializzato e garantiva l’applicazione diffusa del dispositivo. Cosa ancora più importante le misurazioni potevano essere eseguite poco dopo la lesione, senza necessità di operazioni chirurgiche per raccogliere i dati.

Dal punto di vista clinico il dispositivo BRAINSAFE II è considerato una svolta importante nella diagnostica clinica. Ci si aspetta che la sua implementazione migliori la diagnosi e il trattamento di malattie neurochirurgiche e neurologiche, riducendo così la disabilità in milioni di individui che hanno subito lesioni alla testa. L’innovativa tecnologia non invasiva BRAINSAFE II potrebbe essere utilizzata anche in altre situazioni in cui il monitoraggio dell’ICP migliora l’assistenza come nel glaucoma e nell’Alzheimer.

Informazioni correlate

Keywords

Pressione intracranica, lesione cerebrale traumatica, eco-doppler, arteria oftalmica