Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

neuroTcell Risultato in breve

Project ID: 330757
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Irlanda

Una nuova ricerca scopre le proteine che influiscono sulla migrazione cellulare

Gli scienziati europei hanno identificato tre proteine che svolgono un ruolo fondamentale nella migrazione dei linfociti. La comprensione della loro funzione potrebbe portare all’identificazione di nuovi obiettivi terapeutici per il trattamento delle malattie infiammatorie.
Una nuova ricerca scopre le proteine che influiscono sulla migrazione cellulare
Gli scienziati del progetto NEUROTCELL (Investigation of the role of novel neuronal proteins in T lymphocyte migration) hanno studiato il ruolo di sinaptopodina (SYNPO), spectrina beta-1 (SPTBN1) e neurofilamenti polipeptide pesante (NEFH) nella polarizzazione e nella migrazione delle cellule T, proteine del citoscheletro e associate, responsabili della forma cellulare basata su actina, della motilità e dell’integrità cellulare dei neuroni.

Il team ha analizzato la localizzazione subcellulare di queste tre proteine in relazione all’actina e ai componenti dei microtubuli del citoscheletro, studiando numerose proteine candidate che contribuiscono alla migrazione delle cellule T e che mostrano un fenotipo polarizzato nelle cellule migranti.

Utilizzando la metodologia basata su siRNA, gli scienziati hanno eseguito il knock-down dell’espressione di SYNPO, SPTBN1 ed NEFH, analizzando la loro funzione in aspetti quali regolazione della polarità cellulare, capping dell’actina, migrazione delle cellule dal vivo, trasmigrazione e adesione cellulare.

Gli studi hanno dimostrato che la perdita di espressione di queste proteine è associata a un cambiamento delle proprietà migratorie, in particolare alla velocità e alla persistenza e i risultati suggeriscono che ciò è dovuto al ruolo svolto nel controllo e nel mantenimento della polarità cellulare e nella regolazione del capping dell’actina.

Il team NEUROTCELL ha dimostrato che SYNPO, SPTBN1 ed NEFH svolgono un ruolo chiave nella migrazione dei linfociti. L’ulteriore approfondimento della loro funzione potrà aiutare a combattere le malattie infiammatorie (comprese quelle autoimmuni come artrite reumatoide, sclerosi multipla e malattie infiammatorie intestinali), che costituiscono un grave rischio per la salute dei cittadini europei.

Informazioni correlate

Keywords

Migrazione dei linfociti, malattie infiammatorie, NEUROTCELL, sinaptopodina, spectrina beta-1, cellula T 
Numero di registrazione: 182998 / Ultimo aggiornamento: 2016-07-18
Dominio: Biologia, Medicina