Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

Multi-PART — Risultato in breve

Project ID: 603043
Finanziato nell'ambito di: FP7-HEALTH
Paese: Regno Unito

Sperimentazioni multicentro sui farmaci

Un team dell’UE ha contribuito a ottenere una percentuale maggiore di esiti positivi nel passaggio dalle sperimentazioni animali alla medicina umana. Il lavoro ha comportato lo sviluppo delle capacità dell’Europa in materia di sperimentazione multicentro sugli animali, tra cui un controllo attento delle variabili in uno studio sui test di questo genere.
Sperimentazioni multicentro sui farmaci
Ogni anno, molte nuove medicine promettenti di cui è stata dimostrata l’efficacia sugli animali non diventano cure efficaci per l’uomo. Le motivazioni sono complesse e numerose, ma includono problemi di ricerca metodologici e il fatto che spesso gli animali non sono confrontabili all’uomo.

Il progetto MULTI-PART (Multicentre preclinical animal research team), finanziato dall’UE, ha contribuito a correggere la situazione, sviluppando la capacità europea di svolgere studi multicentro sugli animali. Il concetto implicava la conferma dell’efficacia e la solidità di trattamenti sperimentati sugli animali, utilizzando molti centri di ricerca diversi. Il team ha introdotto con particolare attenzione alcune differenze tra i centri, allo scopo di stabilire quali siano gli elementi determinanti per la riuscita di una sperimentazione multicentro. Gli elementi identificati (che includono potenzialmente questioni tecniche, regolamentari e organizzative) sono stati descritti in dettaglio, ai fini dell’inserimento in sperimentazioni future. Le attività si sono concentrate sui trattamenti relativi all’ictus.

I ricercatori si sono inizialmente occupati sugli aspetti pratici dell’organizzazione di uno studio del genere. Tra i dettagli rientravano le attività sull’accordo di consorzio e una definizione dei requisiti. Poi, il team ha fissato una struttura quadro per il coordinamento di studi scientifici multicentro, in cui figuravano anche un meccanismo di approvazione e uno scambio di conoscenze precedenti alla sperimentazione. La struttura quadro prevedeva anche definizioni concordate di modelli-core di roditori e un modello per i protocolli di studio; inoltre descriveva in dettaglio il ruolo del comitato di monitoraggio dei dati.

I componenti del team hanno sviluppato strategie per ottenere la massima validità da studi multicentro sugli animali. Sono stati definiti ambienti etici e normativi riguardanti tali studi. Il gruppo ha creato un sistema di gestione dati su web per studi multicentro. In ultimo, il lavoro ha prodotto un set di dati di esperimenti precedenti per l’analisi, con lo scopo di produrre linee guida statistiche in futuro.

Il progetto MULTI-PART ha contribuito a risolvere problemi metodologici relativi alla ricerca sugli animali, consentendo quindi di migliorare gli esiti. Infine, il lavoro potrebbe comportare un numero maggiore di farmaci sperimentati che si tramutano in trattamenti autorizzati, migliorando la qualità delle cure e, al tempo stesso, riducendo i costi.

Informazioni correlate

Argomenti

Life Sciences

Keywords

Medicine, MULTI-PART, preclinico, ricerca sugli animali, studi sugli animali