Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

CYANOMIC Risultato in breve

Project ID: 301244
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Francia

Detossificazione delle forniture idriche

Le tossine prodotte dai cianobatteri possono essere dannose per l’uomo e l’ambiente. Nessuno sa come agiscano queste tossine, ma un gruppo di scienziati ha studiato come rimuoverle dall’ambiente.
Detossificazione delle forniture idriche
I cianobatteri producono diversi composti che possono essere tossici per l’uomo. Alcuni di questi metaboliti sono apprezzati dalle industrie biotecnologiche e biomediche.

Gli scienziati ritengono che questi metaboliti secondari non aiutino i cianobatteri a crescere ma diano loro un vantaggio competitivo. Un altro suggerimento è che modellino la composizione della comunità di microrganismi tramite interazioni con altre specie.

L’iniziativa CYANOMIC (Secondary metabolites of Microcystis aeruginosa (cyanobacteria): Study of their production and role by a metabolomic approach), finanziata dall’UE, ha studiato i cianobatteri Microcystis aeruginosa, che rilasciano tossine chiamate microcistine. Lo studio ha utilizzato M. aeruginosa come modello perché questo ha causato numerose epidemie negli ecosistemi di acqua dolce in tutto il mondo.

CYANOMIC mirava a studiare il modo in cui altre specie influenzano la produzione di metaboliti da parte di M. aeruginosa. Sulla base di queste informazioni il gruppo avrebbe creato un modello in grado di prevedere la tossicità di una fioritura di Microcystis.

I ricercatori hanno messo diversi ceppi di M. aeruginosa in un ambiente per vedere in che modo questo influenzasse la produzione di metaboliti secondari. Poi hanno testato l’effetto di altre specie di batteri su questa produzione. Infine hanno testato il modo in cui i metaboliti secondari influenzavano la composizione delle specie batteriche e come queste specie interagissero con M. aeruginosa.

CYANOMIC ha scoperto che la presenza di due ceppi di M. aeruginosa in un ambiente aumentava la produzione del metabolita secondario microcistina. Hanno scoperto che alcune specie di batteri utilizzano la tossina microcistina come alimento, cosa che favorisce anche la sopravvivenza di M. aeruginosa in un’interazione reciprocamente benefica.

I risultati di questa ricerca portano gli scienziati un po’ più vicini all’isolamento di batteri in grado di degradare metaboliti secondari tossici. Questi potrebbero essere utilizzati negli impianti di trattamento delle acque per rimuovere i metaboliti secondari cianobatterici e rendere l’acqua sicura da bere.

Informazioni correlate

Keywords

Tossine, cianobatteri, metaboliti secondari, CYANOMIC, Microcystis aeruginosa
Numero di registrazione: 183059 / Ultimo aggiornamento: 2016-07-26
Dominio: Biologia, Medicina