Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

PlantInsectSymbiont Risultato in breve

Project ID: 329648
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Paesi Bassi

Relazioni simbiotiche per controllare gli afidi infestanti

Ricercatori dell’UE hanno fatto luce su un’intricata relazione tra batteri, insetti infestanti, piante ospiti e predatori. I risultati potrebbero contribuire a grandi progressi nel controllo degli insetti infestanti in agricoltura.
Relazioni simbiotiche per controllare gli afidi infestanti
Gli afidi e altri insetti sono parassiti molto presenti nel settore agricolo. Questo settore usa sempre più spesso agenti di controllo biologici (predatori naturali) per mitigare l’impatto di insetti infestanti sulle colture.

Un altro fattore per affrontare il problema del controllo degli insetti infestanti sono i batteri simbiotici che aiutano gli insetti a sfruttare e trarre vantaggio dalle piante di cui si nutrono e sulle quali vivono. I batteri simbiotici possono apportare nutrienti essenziali alla dieta degli insetti o aiutarli a superare i meccanismi di difesa della pianta.

Un progetto finanziato dall’UE, PLANTINSECTSYMBIONT (The role of insect symbionts in host plant use through their effect on plant-induced defenses), ha studiato l’effetto dei batteri simbiotici sull’afide del pisello, la pianta di pisello sulla quale vive, e uno dei suoi predatori, una vespa parassita.

I ricercatori hanno scoperto che quando gli afidi del pisello con batteri simbiotici attaccavano la pianta di pisello, la pianta rilasciava meno sostanze chimiche difensive. Si tratta di sostanze chimiche usate dal predatore dell’afide – la vespa parassita – per localizzare l’insetto.

Così gli afidi con batteri simbiotici erano protetti dalle difese della pianta e più capaci di resistere l’infezione dalla vespa parassita rispetto a quelli senza batteri.

Un altro risultato era che i batteri simbiotici sugli afidi non erano sempre presenti, nonostante fossero in grado di proteggere gli afidi dai predatori. Questo perché quando i predatori non ci sono, i batteri simbiotici sono costosi in termini di energia per gli afidi.

I batteri simbiotici sono sia una difficoltà che un’opportunità per un controllo efficace degli insetti infestanti. Potrebbero limitare l’efficacia degli agenti di controllo biologici, come le vespe parassita. Ma potrebbero essere anche un veicolo per portare prodotti genetici ai loro ospiti o ai predatori dei loro ospiti.

I risultati di questo progetto avranno impatti ambientali, agricoli, tecnologici, economici e sociali. Il progetto ha prodotto nuove informazioni per futuri ricercatori che intendano affrontare il problema degli insetti infestanti.

Informazioni correlate

Keywords

Afidi, batteri, controllo degli insetti infestanti, agenti di controllo biologici, batteri simbiotici, PLANTINSECTSYMBIONT
Numero di registrazione: 183141 / Ultimo aggiornamento: 2016-08-02
Dominio: Ambiente