Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Un indice per l’obesità addominale

I ricercatori che studiano il ruolo degli strati di grasso addominale nelle malattie hanno collegato uno di questi strati all’aumentato rischio di diabete negli uomini.
Un indice per l’obesità addominale
L’obesità addominale è stata collegata a una serie di problemi di salute, ma il collegamento tra i crescenti despositi di grasso e il rischio di diabete non è chiaro. Il tessuto adiposo sottocutaneo (subcutaneous adipose tissue, SAT) nell’addome è diviso in due strati: SAT profondo (deep SAT, dSAT) e SAT superficiale (superficial SAT, sSAT).

L’iniziativa SAT-IMG (Abdominal subcutaneous adipose tissue depots and human metabolic profile: A novel concept of metabolic dysfunction in abdominal obesity) intendeva scoprire le differenze tra dSAT e sSAT, e determinare come la regolazione genetica controlla il modo in cui sono distribuiti gli strati.

I ricercatori del progetto hanno lavorato allo sviluppo di un nuovo indice dell’obesità addominale utilizzando l’ecografia. Per riuscirci, hanno misurato la profondità del grasso nella coscia e nell’addome profondo di ogni partecipante allo studio.

Il team ha eseguito biopsie guidate da ecografia su 43 individui, seguite da studi di espressione genica, nonché misurazioni della composizione degli acidi grassi e delle dimensioni delle cellule adipose.

I ricercatori hanno confrontato il SAT tra donne in pre e post menopausa utilizzando l’ecografia e la risonanza magnetica, per scoprire come cambiano gli strati di SAT e si espandono durante la menopausa. Tuttavia, hanno scoperto che la menopausa non aveva alcun effetto sull’espansione del SAT o sulla distribuzione dei due strati.

SAT-IMG ha scoperto che gli uomini obesi mostravano un’espansione sproporzionata del dSAT e che questo è un forte indicatore di resistenza all’insulina globale e malattie cardiovacolari. Il progetto ha anche riscontrato che il dSAT contiene percentuali più alte di acidi grassi saturi e presenta una più alta espressione di geni proinfiammatori, lipogenici e lipolitici.

Questi risultati forniscono alla comunità medica un nuovo strumento facile da usare che mostra il rapporto tra grasso addominale ed esiti sanitari attesi.

Informazioni correlate

Keywords

Obesità, grasso addominale, diabete, tessuto adiposo sottocutaneo, SAT-IMG, metabolico
Numero di registrazione: 183202 / Ultimo aggiornamento: 2016-10-25
Dominio: Biologia, Medicina