Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

BioPhysReTraIn Risultato in breve

Project ID: 293923
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Israele

Alla ricerca di nuovi modi per combattere l’HIV

Gli errori compiuti durante la rapida replicazione dell’HIV rende particolarmente problematica la scoperta di farmaci. Tuttavia, una nuova sonda analitica basata su laser si prospetta in grado di seguire da vicino l’azione di enzimi virali chiave e di trovare modalità per inibirli.
Alla ricerca di nuovi modi per combattere l’HIV
La trascrittasi inversa è parte dell’HIV. Questo enzima dell’HIV legge la sequenza degli acidi nucleici del RNA virale che sono penetrati nelle cellule ospiti e trascrive la sequenza in una sequenza di DNA complementare. Senza trascrittasi inversa, il genoma virale non potrebbe essere integrato nelle cellule ospiti né riprodursi.

A volte, la trascrittasi inversa compie errori nella lettura della sequenza di DNA, con la conseguenza che non tutti i virus prodotti in una cellula infetta sono simili ma, anzi, si ritrovano caratterizzati da un’ampia varietà di sottili differenze molecolari. Ora, alcuni scienziati finanziati dall’UE hanno proposto uno sguardo originale sull’azione della trascrittasi inversa.

Nell’ambito del progetto BIOPHYSRETRAIN (Biophysics of reverse transcription and its inhibition), gli scienziati hanno sviluppato e utilizzato propri metodi a singola molecola per studiare le interazioni di DNA e RNA con questo enzima dell’HIV. In specifico, una pinzetta ottica ha consentito loro di seguire sia la polimerizzazione che la traslocazione della trascrittasi inversa.

Applicando forze meccaniche su molecole biologiche e complessi molecolari, questa sonda analitica basata su laser è in grado di misurare direttamente i movimenti molecolari su scala Ångström. Le fasi successive hanno riguardato la scoperta di maggiori nozioni sui meccanismi dell’inibizione della trascrittasi inversa da parte di farmaci esistenti.

Le attività di BIOPHYSRETRAIN si sono imperniate sulla resistenza sviluppata da determinate mutazioni di DNA virale. Sono state conseguite nozioni preziose sulle somiglianze meccaniche della trascrittasi inversa dell’HIV e le polimerasi dell’acido nucleico, che catalizzano la formazione di DNA e RNA da precursori di nucleoside trifosfato.

Anche se l’impegno finalizzato alla scoperta di farmaci contro l’HIV ha ottenuto esito positivo, sono comunque necessari trattamenti plurimi, perché il virus muta e sviluppa la resistenza ai singoli farmaci. BIOPHYSRETRAIN ha posto le basi per chiarire le azioni di enzimi e proteine e, potenzialmente, trasformare lo sviluppo di farmaci contro l’HIV.

Informazioni correlate

Keywords

HIV, trascrittasi inversa, acidi nucleici del RNA, sequenza di DNA, BIOPHYSRETRAIN
Numero di registrazione: 188382 / Ultimo aggiornamento: 2016-08-25
Dominio: Biologia, Medicina