Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

ERC

INPAINTING Risultato in breve

Project ID: 319899
Finanziato nell'ambito di: FP7-IDEAS-ERC
Paese: Spagna

Nuovi strumenti per migliorare la post-produzione dei filmati

Una serie di nuovi algoritmi di calcolo sta facilitando la post-produzione di video e contribuendo a migliorare le tecniche di inpainting.
Nuovi strumenti per migliorare la post-produzione dei filmati
L’inpainting, il processo di ricostruzione o alterazione dei filmati, è uno strumento prezioso nella post-produzione del filmati, in particolare nel nostro mondo digitale in continua evoluzione. Il progetto INPAINTING (Inpainting Tools for Video Post-production: Variational theory and fast algorithms), finanziato dall’UE, ha cercato di migliorare la rimozione di un oggetto da una scena in un filmato. Si è posto l’obiettivo di sostituire questo processo manuale e laborioso con una tecnologia più automatizzata. Si tratta di uno sforzo che richiede una maggiore stima della profondità, la stima del movimento, l’inpainting dell’immagine e la propagazione dell’immagini nel filmato.

Per raggiungere questo scopo il team di progetto ha studiato nuovi modelli matematici e strutture al fine di sviluppare gli algoritmi informatici necessari. Osservando le similitudini di calcolo tra aree di immagine con particolare attenzione alla loro dimensione e forma, il team ha elaborato un quadro teorico in grado di analizzare le somiglianze su diverse scale. Ha poi illustrato una nuova ’metrica delle covarianti affini’ che specifica la forma della zona in questione, considerando anche la struttura dell’immagine.

INPAINTING ha poi applicato questo per riempire una zona dell’immagine con informazioni mancanti (ad esempio nel caso della rimozione di un oggetto). I suoi algoritmi avanzati sono stati usati per copiare pezzi della parte conosciuta dell’immagine e assemblarli coerentemente per coprire la regione sconosciuta.

Un’altra sfida del progetto prevedeva di modificare la consistenza di un oggetto in un filmato aggiungendo un logo o nascondendo un marcatore. Per ovviare a questo, ha modificato solo un fotogramma e ha poi propagato automaticamente l’effetto in tutto il video senza interruzioni. Il team ha anche messo a punto un modello continuo e metodi numerici che permettono la propagazione dell’immagine senza limitazioni di movimento, facilitando così la gestione delle occlusioni e problemi di illuminazione. Cercando di migliorare il flusso ottico quando viene applicato l’inpainting, il team ha sviluppato algoritmi che diminuiscono il tempo di calcolo e migliorano i movimenti di rotazione, favorendo la scorrevolezza, la precisione e un effetto più realistico.

Su un altro fronte il team del progetto ha lavorato al miglioramento dell’immagine della profondità, al fine di semplificare la post-produzione di materiale video e facilitare la produzione di contenuti in 3D. Ha sviluppato un modo per aumentare la risoluzione della mappa di profondità utilizzando l’immagine a colori come guida, oltre a migliorare la stima della profondità relativa da una singola immagine. Se questi miglioramenti verranno commercializzati, l’editing digitale dei filmati potrebbe trarre vantaggi in modo significativo, dalla rimozione di informazioni non necessarie al miglioramento della qualità del vecchio materiale cinematografico.

Informazioni correlate

Keywords

Filmato, post-produzione, inpainting, propagazione dell’immagine, covariante affine
Numero di registrazione: 188422 / Ultimo aggiornamento: 2016-08-31
Dominio: TI, Telecomunicazioni