Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

ERC

INST&GLOB Risultato in breve

Project ID: 241114
Finanziato nell'ambito di: FP7-IDEAS-ERC
Paese: Italia

L’impatto della globalizzazione sulle istituzioni economiche di tutto il mondo

Un progetto finanziato dall’UE ha condotto una ricerca teorica e pratica sul ruolo delle istituzioni economiche in un mondo globalizzato in cui i paesi e le regioni interagiscono.
L’impatto della globalizzazione sulle istituzioni economiche di tutto il mondo
INST&GLOB (Institutions and globalization) ha analizzato queste interazioni in tre contesti diversi. In primo luogo, ha studiato i mercati finanziari globalizzati, in cui le istituzioni finanziarie di un paese possono interagire con investitori stranieri. Il secondo scenario osservato era la concorrenza militare, in cui competono gli apparati fiscali di diversi paesi, nel contesto di guerre finanziarie. In terzo luogo, i ricercatori hanno esaminato i mercati dei prodotti globalizzati, dove le imprese hanno sede in luoghi geografici con assetti istituzionali diversi.

Viene generalmente accettato che la globalizzazione migliora le condizioni economiche e incentiva lo sviluppo istituzionale in tutti e tre gli scenari. I mercati finanziari globalizzati incoraggiano le istituzioni finanziarie a sviluppare modelli aziendali vantaggiosi e sostenibili, al fine di disciplinare il sistema finanziario domestico.

Per quanto riguarda la concorrenza militare, essa ha avvantaggiato gli stati capaci di aumentare le tasse e mobilitare risorse economiche, gettando le basi per gli stati nazione moderni. Per quanto riguarda la globalizzazione economica, si ritiene che favorisca il commercio di beni e la migrazione, che aumentano le possibilità per i lavoratori e per le aziende, migliorando quindi la crescita economica.

I risultati del progetto hanno sfidato – teoricamente e sperimentalmente – le idee menzionate prima. Per quanto riguarda i mercati finanziari, vi sono prove che indicano che il sistema bancario dei paesi che ricevono capitali è influenzato dalla globalizzazione finanziaria per introdurre innovazione finanziaria, approfittando della percezione erronea del rischio da parte degli investitori. Pertanto, la globalizzazione finanziaria può incrementare la fragilità del settore bancario domestico esponendolo al rischio di default sovrano. I meccanismi studiati offrono approfondimenti sulle recenti crisi finanziarie sia nei paesi sviluppati che in quelli emergenti.

Nel caso della concorrenza militare, i ricercatori hanno studiato la formazione dello stato all’inizio dell’Europa moderna, combinando il ragionamento economico-teorico con la raccolta di dati storici. Hanno scoperto che la concorrenza militare rivelava chiare differenze, con gli stati forti che diventano più forti e gli altri stati che abbandonano e rinunciano a qualsiasi tentativo di centralizzazione.

INST&GLOB ha analizzato l’integrazione economica, raccogliendo dati sulla crescita economica e la produttività delle imprese operative nelle regioni subnazionali di tutto il mondo. I risultati dimostrano che l’integrazione economica non rappresenta un incentivo sufficientemente forte per ridurre gli standard di disuguaglianza di vita e produttività nelle regioni studiate. Le regioni con migliori istituzioni e livelli di istruzione più alti godono di standard di vita decisamente più elevati.

Le forze competitive della globalizzazione plasmano gli esiti economici nelle diverse arene di interazione economica. Tuttavia, ciò non avviene nel modo in cui ci si aspetterebbe, ma piuttosto – come ha rivelato il progetto – la globalizzazione può peggiorare le prestazioni economiche nei paesi con istituzioni finanziarie, fiscali e giuridiche deboli.

Informazioni correlate

Keywords

Globalizzazione, isituzioni economiche, INST&GLOB, mercati finanziari, crescita economica
Numero di registrazione: 188451 / Ultimo aggiornamento: 2016-09-06
Dominio: Tecnologie industriali