Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

ERC

EUROEVOL — Risultato in breve

Project ID: 249390
Finanziato nell'ambito di: FP7-IDEAS-ERC
Paese: Regno Unito

L’agricoltura nell’Europa neolitica

I ricercatori hanno svelato una nuova interpretazione del ruolo dell’agricoltura nella trasformazione delle prime società agricole europee.
L’agricoltura nell’Europa neolitica
Lo studio dell’evoluzione culturale ha portato a una migliore conoscenza e comprensione del comportamento culturale e socioeconomico dell’uomo. Benché sia avvenuto gran parte dello sviluppo teorico, poco è stato fatto per integrare i vari sottocampi della teoria e dei metodi evoluzionistici culturali, e applicarli in casi di studio storici. In questo modo, possiamo affrontare questioni riguardanti i legami tra modelli e processi demografici, economici, sociali e culturali.

È proprio questo che si proponeva di fare EUROEVOL (Cultural evolution of Neolithic Europe), un progetto finanziato dall’UE. Al fine di spiegare i modelli di stabilità e cambiamento incontrati durante la diffusione e istituzione dell’agricoltura nell’Europa neolitica, EUROEVOL ha creato una banca dati spaziale, che contiene la datazione al radiocarbonio di siti archeologici, nonché dati relativi a ossa di animali, resti vegetali e vasellame. Inoltre, documenta attività di estrazione, di costruzione di siti monumentali e gli incidenti di violenza durante il periodo 8000-4000 a.C. nell’Europa occidentale e centrale.

È stato quindi possibile effettuare comparazioni spaziotemporali su larga scala. Sono stati utilizzati metodi per verificare l’ipotesi che l’agricoltura abbia portato alla crescita della popolazione regionale. Lo studio ha analizzato se il cambiamento climatico ha inciso sui modelli di popolazione. Ha anche esaminato i modi in cui gli elementi culturali si diffondono nel tempo e nello spazio, nonché i fattori che li determinano.

I risultati rivelano che l’introduzione dell’agricoltura in Europa non causò cambiamenti costanti nelle condizioni di vita, ma che si trattò piuttosto di alti e bassi in molte regioni. Probabilmente furono fattori interni, piuttosto che il cambiamento climatico, a permettere di superare i limiti dei loro sistemi socioeconomici. Sono state trovate correlazioni tra i cambiamenti dell’economia di sussistenza e i modelli demografici. Questa applicazione dei metodi qualitativi in archeologia viene anche applicata in altri studi sulla storia della popolazione umana.

La divulgazione dei risultati è avvenuta tramite conferenze e workshop, attraverso la pubblicazione di diversi articoli su riviste e capitoli di libri, oltre che sul sito web del progetto.

Informazioni correlate

Keywords

Agricoltura, Europa neolitica, evoluzione culturale, EUROEVOL, archeologico, crescita demografica