Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

L’UE promuove la commercializzazione di dispositivi di rilevamento delle cadute

Una start-up europea sta promuovendo la commercializzazione di un nuovo dispositivo portatile di rilevamento delle cadute basato sulle TIC, allo scopo di garantire una vita indipendente e di qualità per gli anziani. L’idea è stata sviluppata e testata nell’ambito del progetto FATE, finanziato dall’UE, che ha riscosso un enorme successo.
L’UE promuove la commercializzazione di dispositivi di rilevamento delle cadute
“Il principale obiettivo perseguito dall’iniziativa consisteva nel commercializzare un nuovo prodotto innovativo o un servizio competitivo in grado di offrire benefici concreti agli utenti finali”, ha spiegato il coordinatore del progetto Joan Cabestany dell’Universitat Politecnica de Catalunya (UPC) in Spagna. “I test pilota che abbiamo condotto in tre paesi, vale a dire Spagna, Italia e Irlanda, hanno dimostrato l’efficacia della nostra soluzione che ci ha incoraggiati a trasformare il prototipo in un prodotto destinato alla diffusione commerciale”.

Le innovazioni sbarcano sul mercato

Dopo la chiusura dei lavori, avvenuta nel maggio 2015, l’azienda spin-off Sense4Care ha promosso la commercializzazione dei risultati positivi di FATE, grazie alla stipula di un accordo sui diritti di sfruttamento e di utilizzazione con l’UPC. Il dispositivo di rilevamento Angel4 sviluppato nell’ambito dell’iniziativa rappresenta un sistema indipendente e indossabile che è possibile fissare a una cintura e che consente di gestire le interazioni utente/dispositivo attraverso un’app intelligente e di facile utilizzo per smartphone Android.

“Il rilevatore attualmente disponibile sul mercato rappresenta un’evoluzione del sensore che abbiamo utilizzato e testato nell’ambito del progetto FATE,” ha spiegato Cabestany. “La principale differenza tra il nuovo dispositivo e il prototipo FATE consiste nella semplificazione dell’interfaccia utente. I commenti degli utenti che hanno partecipato al progetto pilota ci hanno aiutato a migliorare e a semplificare enormemente l’interfaccia.”

Il dispositivo, il cui funzionamento non prevede l’applicazione di alcuna tariffa per servizi di teleassistenza, consente di interagire direttamente con i parenti o chi si prende cura dell’utente attraverso un normale telefono cellulare. Grazie all’esecuzione di un algoritmo complesso e specifico, il rilevatore consente di individuare esattamente una caduta prima dell’invio automatico di un messaggio di avviso e/o dell’inoltro di una chiamata, fornendo dati di geolocalizzazione se l’utente si trova in luoghi aperti.

“Il principale vantaggio offerto da questa tecnologia consiste nella mancata applicazione di tariffe per i servizi di teleassistenza,” ha affermato Cabestany. “Angel4 consente anche di tenere i familiari costantemente informati su una caduta attraverso la ricezione di una chiamata o di un messaggio sul cellulare.”

In definitiva, come ha spiegato Cabestany, il valore aggiunto e la principale attrattiva commerciale del sensore consistono nella capacità dell’algoritmo integrato di individuare le cadute con un livello di precisione senza precedenti e con un margine di errore estremamente ridotto. Il livello di efficacia supera infatti la soglia del 95 %. Il prodotto è attualmente venduto in Belgio, Germania, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Slovenia, Spagna, Svezia, Regno Unito, Canada, Guatemala, Hong Kong e Svizzera.

Esperienza commerciale

Cabestany sostiene che il progetto triennale FATE sarà in grado di proporre nuovi utilizzi del dispositivo Angel4. “Una delle principali lezioni apprese dal progetto FATE consiste nella necessità di adottare un approccio incentrato sull’utente nell’ambito dello sviluppo di un nuovo servizio o prodotto,” ha affermato. “È questo il segreto che ci consente di risolvere problemi legati ad aspetti importanti quali usabilità e accettazione e di perfezionare e migliorare il prodotto finale. L’iniziativa FATE ha promosso l’apertura di nuove opportunità commerciali nel settore dell’assistenza sanitaria e ci ha aiutato a sviluppare soluzioni sostenibili per gli anziani del futuro.”

Le prossime fasi consisteranno nell’identificazione di nuovi utilizzi del prodotto e utenti finali. “L’iniziativa Sense4Care si sta attualmente concentrando sulla definizione di un piano d’azione finalizzato a un ulteriore potenziamento di Angel4, insieme a un portafoglio di nuove offerte tecnologiche,” ha aggiunto Cabestany.

Informazioni correlate

Keywords

FATE, Sense4Care, Angel4, prevenzione delle cadute, tariffe per i servizi di teleassistenza, dati di geolocalizzazione, vita indipendente
Numero di registrazione: 188519 / Ultimo aggiornamento: 2016-09-09
Dominio: TI, Telecomunicazioni