Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Significato storico e politico dell’Eurovision nell’Europa del dopoguerra

Uno studio sull’Eurovision ha aiutato ad esaminare i principali temi transnazionali che hanno definito la storia europea contemporanea.
Significato storico e politico dell’Eurovision nell’Europa del dopoguerra
L’Eurovision rimane il più grande evento di musica popolare del mondo e uno dei programmi televisivi più popolari in Europa da quando è stato creato nel 1956. Basato su contributi nazionali, può fungere da piattaforma per la quale esaminare come i paesi hanno percepito se stessi e si sono etichettati per un pubblico paneuropeo nel corso degli anni. I risultati delle votazioni sono stati impiegati per stabilire come le diverse nazioni vedono l’un l’altra.

Il progetto EUROVISION (Eurovision: A history of Europe through popular music), finanziato dall’UE, ha studiato come l’Eurovision ha colpito e influenzato il cambiamento culturale, economico, politico e sociale nell’Europa del dopoguerra. Si è focalizzato su temi di attualità pertinenti, tra cui la democrazia, l’integrazione, il nazionalismo, la prosperità, la sessualità, la tecnologia e la guerra. Inoltre, ha analizzato come Eurovision ha riflettuto il cambiamento delle idee sui valori che sono considerati parte integrante dell’europeismo.

Il lavoro ha coinvolto il rintracciamento delle origini di Eurovision. La ricerca si è basata su studi accademici, resoconti dei media e registrazioni audiovisive in varie biblioteche di Vienna e in altre biblioteche nazionali in Europa. Ha considerato come l’Eurovision può essere utilizzato per insegnare in modo innovativo la storia dell’Europa del dopoguerra. L’Eurovision è stato il prodotto della guerra fredda ed è stato avviato dall’Unione europea di radiodiffusione. Il concorso ha ottenuto un nuovo significato politico nel 1990 poiché nella diplomazia culturale degli stati dell’Europa dell’est permetteva di esprimere le aspirazioni di integrazione europea di questi paesi. Da allora, il concorso è diventato un forum in cui sono stati definiti e sfidati i concetti dei valori europei. Inoltre, lo studio ha affrontato se Eurovision ha avuto un impatto sui diritti delle minoranze politiche e sociali e come sono stati evidenziati i diritti delle minoranze.

I risultati mostrano che Eurovision è sempre stato considerato importante nella diplomazia culturale. Questo può comportare la promozione della specificità nazionale, mettendo in evidenza le questioni politiche o affermando quanto sono europee le nazioni. I risultati della ricerca sono stati presentati in una tavola rotonda e in un convegno. I risultati saranno utili per i media, le ambasciate, le organizzazioni turistiche e gli storici.

Informazioni correlate

Keywords

Eurovision, storia europea, musica popolare, cambiamento culturale, economico, politico e sociale, Europa del dopoguerra, guerra fredda, Unione europea di radiodiffusione
Numero di registrazione: 188561 / Ultimo aggiornamento: 2016-09-15
Dominio: Tecnologie industriali