Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

L’exergaming per favorire la salute negli anziani

Una combinazione high-tech tra gioco ed esercizio fisico che si presenta come un prodotto semplice e interessante può aiutare gli anziani a fare esercizio fisico e restare in forma, con effetti positivi conseguenti di attenuazione di disturbi e impedimenti legati all’età.
L’exergaming per favorire la salute negli anziani
Un’aspettativa di vita più lunga in Europa, congiunta a tassi più bassi di fertilità e mortalità, spesso significa che un numero maggiore di europei raggiungono l’età anziana, spesso di per sé, condizionando un sistema sanitario sottoposto a pressioni sempre maggiori. Un modo per ridurre al minimo l’incidenza di questo importante mutamento demografico consiste nell’incoraggiare abitudini più sane negli anziani, offrendo loro la possibilità di servirsi di tecnologia in grado di renderli più indipendenti.

L’iniziativa AISENSE (Human-computer interaction and computer vision for improving healthy living of elderly through exer-gaming), finanziata dall’UE, puntava a realizzare tale obiettivo tramite l’exergaming, che unisce i videogiochi con l’esercizio fisico, al fine di migliorare lo stato di salute fisico. Ha sviluppato un videogioco in cui i giocatori gestiscono un personaggio virtuale tramite i movimenti del proprio corpo, simulando attività diverse come lo jogging o le camminate. Il sistema invita i giocatori a muoversi virtualmente per la stanza per cercare oggetti ed eseguire determinati compiti con gli oggetti stessi, offrendo una gratificazione in caso di esiti positivi.

Sul mercato esistono già gli exergame, ma l’idea proposta è stata sviluppata specificamente per gli anziani. Il gioco AISENSE, né troppo facile, né troppo difficile, è stato progettato in funzione della semplicità e per mantenere vivo l’interesse degli anziani, offrendo i benefici di un esercizio fisico moderato, sviluppato con il supporto di esperti nel campo della neurologia e dell’allenamento fisico.

Lo sviluppo del sistema di exergaming ha richiesto una ricerca molto approfondita sul riconoscimento dell’attività umana e sul riconoscimento degli oggetti tridimensionali, con il supporto di contribuiti offerti da sensori di profondità e videocamere. In tale quadro, il progetto AISENSE ha formulato una tecnologia che riconosce determinate azioni umane in base a un descrittore di movimento, che sfrutta dati dello scheletro umano in 3D. Anche se il team del progetto si è trovato di fronte a problematiche legate allo sviluppo di algoritmi di fusione che uniscono dati spaziali e temperali, ha raggiunto le sue mete attraverso una ricerca d’avanguardia in tecnologia 3D e ingegneria elettrotecnica.

Gli esiti di AISENSE sono stati proposti a livello locale presso ospedali e enti pubblici pertinenti in Turchia, sede del progetto. Se tali soggetti interessati riusciranno a integrare l’exergaming per migliorare la vita degli anziani, tale tecnologia potrebbe avviare una nuova era in termini di prevenzione e trattamento delle odierne popolazioni in fase di invecchiamento.

Informazioni correlate

Keywords

Exergaming, anziani, AISENSE, interazione uomo-computer, visione artificiale