Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

SOIMON Risultato in breve

Project ID: 605065
Finanziato nell'ambito di: FP7-SME
Paese: Croazia

Sistema on-site avanzato per individuare la contaminazione del suolo

Oltre 200 anni di industrializzazione attiva hanno lasciato nel suolo una vasta gamma di sostanze chimiche che possono minacciare l’ambiente e la salute umana. Alcuni ricercatori dell’UE hanno sviluppato con successo una soluzione innovativa e automatizzata che durante la perforazione può istantaneamente e in modo efficiente identificare i siti contaminati, che nel 2011 sono stati stimati in 2,5 milioni in Europa.
Sistema on-site avanzato per individuare la contaminazione del suolo
I metalli pesanti e prodotti chimici organici persistenti sono grandi parti del nostro patrimonio industriale, ma destano grosse preoccupazioni soprattutto per il loro impatto sulla salute umana. Le tecniche convenzionali per la valutazione dei siti contaminati comprendono analisi di laboratorio dei campioni, che spesso si rivelano essere costose e richiedere tempo.

Per affrontare questo problema, il progetto SOIMON (New fast and reliable technology for soil inspection in contaminated sites with machinery condition monitoring) ha escogitato una soluzione innovativa che può essere utilizzata direttamente in loco, durante la perforazione, invece di dover estrarre e inviare i campioni al laboratorio.

I ricercatori hanno sviluppato una sonda contenente una serie di sensori appositamente progettati in grado di rilevare la contaminazione del suolo e valutare i prodotti chimici nocivi come i composti organici volatili. Il sistema SOIMON è studiato per l’integrazione in un tubo di perforazione. Esso utilizza un doppio sistema di smorzamento passivo e attivo delle vibrazioni per limitare l’effetto delle vibrazioni causate dalla perforazione sonica sui sensori e l’elettronica integrata.

Il sistema prototipo del progetto comprende un’intera gamma di avanzatissime tecnologie. In particolare, i sensori di onde acustiche di superficie sono in grado di identificare toluene e diclorometano, che sono stati selezionati come gas modello per i composti speciali organici volatili (BTEX) e gli idrocarburi clorurati. Per inquinamento da metalli pesanti, il sistema impiega sensori radiometrici.

I sensori di monitoraggio delle condizioni (accelerometro, sensore di coppia, emissione acustica) assicurano l’integrità del tubo di perforazione. I dati di tali sensori sono poi inviati allo strumento di controllo attivo delle vibrazioni per ridurre l’impatto di vibrazioni e coppia sul primo tubo di perforazione in cui è situato l’involucro del sensore radiometrico.

Il prototipo di sistema avanzato di SOIMON aumenta l’affidabilità dei dati ottenuti in loco per una vasta gamma di tipi di terreno, e riduce i costi di ispezione del suolo del 50 %. Inoltre le elevate velocità di perforazione consentono di accelerare il processo decisionale per il trattamento di terreni.

Informazioni correlate

Keywords

Contaminazione del suolo, SOIMON, sensore radiometrico, sensore di onde acustiche di superficie, composti organici volatili, metalli pesanti, monitoraggio delle condizioni, monitoraggio sanitario strutturale, emissione acustica, sensore di vibrazioni, sen
Numero di registrazione: 188601 / Ultimo aggiornamento: 2016-09-20
Dominio: Tecnologie industriali