Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

SHARINGSPACE Risultato in breve

Project ID: 318932
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Italia

L’importanza dello spazio pubblico nelle città interculturali

Le politiche urbane a sostegno della coesione sociale sono fortemente influenzate da una gestione efficace della migrazione internazionale verso le città. Un progetto finanziato dall’UE ha promosso la conduzione di un’analisi basata su un approccio interdisciplinare e transfrontaliero.
L’importanza dello spazio pubblico nelle città interculturali
In un contesto sociale in cui la migrazione internazionale assume sempre più rilievo nei confini urbani, lo spazio pubblico diventa teatro di incontri, competizioni e conflitti tra individui, gruppi e comunità.

Il progetto SHARINGSPACE (Intercultural cities and collective space) ha coordinato uno scambio internazionale di 30 ricercatori specializzati in varie discipline che hanno operato in modo distaccato presso le istituzioni partner. Queste attività hanno supportato lo scambio scientifico e il trasferimento di conoscenze. I ricercatori coinvolti nel progetto e gli studiosi in visita hanno condiviso e sviluppato abilità teoriche e metodologiche, nonché strumenti operativi finalizzati all’analisi delle complessità dei processi di migrazione contemporanei. Visite in loco e incontri con organi municipali e attori locali hanno promosso approcci innovativi e basati sull’esperienza diretta per la gestione di questioni legate allo spazio pubblico e ai migranti.

La ricerca ha visto come protagoniste le città europee di Lisbona e Venezia e realtà urbane più lontane, ovvero Buenos Aires, Johannesburg e Città del Messico. Questo studio comparativo ha fatto luce sulle caratteristiche della migrazione internazionale, sui fattori che modellano le politiche in materia di migrazione in queste città e sulle principali problematiche rimaste irrisolte. Partendo dal presupposto che le condizioni specifiche di una città influenzano le azioni intraprese, i ricercatori hanno scoperto che Lisbona e Venezia sono state costrette a fronteggiare un numero di problematiche legate alla migrazione internazionale decisamente superiore rispetto a quello previsto per Buenos Aires, Johannesburg e Città del Messico.

L’organizzazione di cicli di conferenze e seminari (che hanno coinvolto esponenti del mondo accademico e politico, professionisti e cittadini) ha contribuito a promuovere il dibattito sull’influenza esercitata dagli spazi pubblici sul senso di appartenenza e di cittadinanza dei residenti urbani. Una serie di lezioni accademiche (rivolte a laureati, studenti di master e dottorandi) ha condotto all’inaugurazione di un forum per la comprensione del ruolo degli spazi pubblici nella creazione di città contemporanee e sempre più multiculturali più (o meno) votate all’inclusione. Nell’ambito dell’iniziativa SHARINGSPACE sono stati inoltre organizzati vari eventi pubblici nelle città oggetto di studio per sensibilizzare l’opinione pubblica e contribuire a conferire sempre più rilievo agli spazi pubblici nei dibattiti sulle realtà urbane.

Le attività progettuali hanno spostato l’attenzione dei centri di ricerca coinvolti sulla questione dello spazio pubblico e della coesione sociale in un contesto caratterizzato da una profonda intensificazione dei flussi migratori internazionali. La ricerca ha illustrato chiaramente il legame tra i migranti internazionali e lo spazio urbano.

Informazioni correlate

Keywords

Spazio pubblico, città interculturali, migrazione internazionale, politiche urbane, coesione sociale, SHARINGSPACE
Numero di registrazione: 188630 / Ultimo aggiornamento: 2016-09-29
Dominio: Tecnologie industriali