Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Ricerca della cellula staminale del cancro al seno

Nelle donne, il carcinoma mammario è la seconda causa di morte associata al cancro. Un approfondimento circa la natura della recidiva del cancro al seno migliorerà la sopravvivenza a lungo termine.
Ricerca della cellula staminale del cancro al seno
Nel corso degli anni, sono stati compiuti notevoli progressi in merito alla genetica e alle vie molecolari implicate nel carcinoma mammario, con una conseguente riduzione del tasso di mortalità. Tuttavia, in un’ampia frazione dei pazienti perfino dopo 20 anni dall’esito fausto della terapia iniziale, i tumori recidivano in siti locali o distali, spesso in forme incurabili.

Gli scienziati impegnati nel progetto 3DBREASTCANCER (Modeling breast cancer in 3D cell culture systems and mice), finanziato dall’UE, hanno affrontato la questione, ricavando dettagli meccanicistici sulla terapia oncologica, la fuoriuscita e la sopravvivenza di cellule selezionate e la ricomparsa della malattia. Attraverso lo sviluppo di nuovi modelli che riepilogano fedelmente la malattia nell’uomo, si sono proposti di migliorare le opzioni di trattamento a livello clinico.

Le attività si sono incentrate su sistemi di modello murino, che hanno consentito di tracciare e isolare le cellule epiteliali mammarie murine primarie. I ricercatori hanno costituito colture di cellule 3D organotipiche, ricavate da tali topi in stadi definiti di progressione del tumore; hanno studiato l’organizzazione cellulare, la posizione e il destino a livello di singola cellula, in relazione al fenotipo complessivo in vivo. Il confronto con cellule staminali mammarie normali è stato loro utile per identificare l’origine di cellule da cui inizia il tumore; si sono pertanto aperti nuovi orizzonti per il trattamento del tumore.

È stata dedicata un’attenzione particolare ai meccanismi che mantenevano la sopravvivenza di cellule tumorali residue dormienti e alle proprietà molecolari che favoriscono la recidiva del tumore. In tali cellule, gli scienziati hanno studiato la dipendenza dall’oncogene, al fine di prevenire la recidiva del carcinoma mammario.

Il sistema colturale di 3DBREASTCANCER ha proposto una modalità originale per studiare le cellule che danno avvio al tumore nel carcinoma mammario e per decifrare i meccanismi alla base della recidiva. I risultati dello studio condurranno a nuovi bersagli che, secondo i partner, potrebbero essere sfruttati nella pratica clinica, per migliorare la sopravvivenza delle pazienti affette da cancro al seno.

Informazioni correlate

Keywords

Carcinoma mammario, cellula staminale, recidiva, cellule epiteliali mammarie, coltura cellulare 3D, oncogene