Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Nuovi strumenti di terapia cellulare per il Parkinson

La terapia cellulare costituisce un’opzione promettente per il trattamento del morbo di Parkinson (MP). I ricercatori finanziati dall’UE hanno sviluppato strumenti molecolari per far sì che tale approccio diventi una realtà..
Nuovi strumenti di terapia cellulare per il Parkinson
Il morbo di Parkinson (MP) è il risultato di degenerazione e morte dei neuroni che producono dopamina nel mesencefalo. La sostituzione delle vecchie cellule nervose dopaminergiche con neuroni embrionali umani in grado di differenziare e compensare il deficit di dopamina sarebbe un’opzione terapeutica ideale.

Finora, la risposta del paziente al trapianto è stata variabile, e in alcuni casi ha portato a mancanza di coordinazione e spasmi. Ulteriori test sono urgentemente necessari, ma sussiste una carenza di neuroni embrionali dopaminergici.

Poiché è necessario sfruttare strategie e fonti alternative per i neuroni, il progetto DOPANEW (Dopaminergic neurons for cell therapy in Parkinson’s disease) ha studiato due popolazioni di cellule alternative per la produzione di dopamina. I ricercatori hanno analizzato i cambiamenti molecolari durante il differenziamento, nel prosencefalo dei mammiferi. In un mix di cellule embrionali, sono state sviluppate nuove strategie per aumentare la percentuale dei neuroni dopaminergici.

Il team DOPANEW ha studiato l’espressione genica di RNA proveniente da lignaggi dopaminergici e GABAergici nel prosencefalo e ha prodotto un set di dati per un’espressione genica estesa. Tali dati sono ora disponibili su un sito specializzato per tutti gli utenti.

Gli studi funzionali dei geni chiave hanno identificato diversi repressori dopaminergici. L’inattivazione genetica di alcuni di questi fattori (fattori di trascrizione Zic1 e Zic2) ha dato luogo a numerosissimi neuroni dopaminergici. Altri repressori includevano Vax1 e i microRNA miR-7a e la famiglia miR-200, coinvolta nella differenziazione dei neuroni adulti.

Quando i ricercatori hanno esaminato la differenziazione, sono stati identificati i marcatori per le sottopopolazioni di neuroni presenti nel mix, e la principale proteina era associata all’integrina. Ordinando tali cellule, è stato scoperto che le cellule prive di pluripotenza si sono differenziate in neuroni dopaminergici maturi. Inoltre, quando trapiantate, le cellule hanno dimostrato avere un recupero funzionale nel ratto.

I risultati DOPANEW indicano che gli strumenti molecolari sviluppati possono essere in grado di distinguere alcune popolazioni di neuroni nel prosencefalo, costituendo così la base per una terapia di trapianto relativa ai pazienti affetti da MP. L’ordinamento mediante utilizzo di marcatori come la proteina associata all’integrina promette di essere uno strumento fondamentale ai fini della produzione di strumenti per la terapia cellulare.

Informazioni correlate

Keywords

Terapia cellulare, Parkinson, strumento molecolare, dopamina, DOPANEW
Numero di registrazione: 190534 / Ultimo aggiornamento: 2016-11-11
Dominio: Biologia, Medicina